• Ciao, se sei un appassionato di manutenzione auto e ti piace sporcarti le mani unisciti alla nostra community!
    (oltre alla registrazione è richiesta anche una breve presentazione)

  • Ti ricordiamo che i contenuti presenti su questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali e devono quindi essere presi come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite altri canali, prima di eseguire qualsivoglia procedura e/o di rivolgerti ad un professionista del mestiere!

Citroen c3 1.1 benzina 2009 - Accensione spia surriscaldamento liquido refrigerante

Dada

Utente Avanzato
Auto
Giulietta Qv, 1750 TBI, 2010, Alfa 156 1.6 T.S. '98 GPL,Renault R19 1.4e '93 GPL
#1
Ciao a tutti, sulla C3 1.1 di mio padre si è verificato questo problema: in autostrada, dopo aver percorso circa 100 km a 90 km/h, gli si è accesa la spia di surriscaldamento motore, allora si è fermato, ha spento l'auto e ha aperto il cofano; nel vaso di espansione il liquido era a livello normale, non bolliva e appoggiando la mano sul coperchio punterie era appena tiepido. Risale in macchina, riparte ma la spia è sempre accesa e dalle bocchette del riscaldamento esce aria fredda. Fa ancora 50 km in autostrada, spia sempre accesa (lo so è un pazzo, quando me lo ha raccontato gli ho chiesto perchè diavolo non si era fermato chiamando il carroattrezzi, ma tra lui e le auto non c'è feeling, per lui è una specie di elettrodomestico del tipo on-off). Arriva a casa, mette l'auto in garage, dallo scarico non fuma bianco e il motore gira normalmente. Un'ora dopo torna giù, prova ad accendere l'auto, parte subito e la spia è spenta. Ieri ho potuto dare una controllata di persona, il livello del refrigerante è a posto, a freddo i motore parte subito, il livello olio è appena sotto il max, nel vaso di espansione non si formano bolle neppure accelerando, quindi direi che la guarnizione di testa dovrebbe essere a posto. Faccio un giro, la macchina va bene, e, magia, il riscaldamento funziona. A questo punto a me viene da pensare che per qualche motivo si fosse bloccata la circolazione del refrigerante, forse per della sporcizia nel circuito (l'auto ha 7 anni e ovviamente non ha mai cambiato il liquido).
Ora per sicurezza l'ha comunque portata in un'officina di fiducia, vedremo cosa dicono. Voi avete qualche idea su cosa possa essere successo? Ah dimenticavo, l'olio gliel'ho cambiato io, ha 11 mesi e meno di 10.000 km, è il Tamoil Synth 100% 5w40, che non sarà un super olio ma rispetta le specifiche a libretto. Grazie a tutti.
 

terzimiky

Moderatore
Membro dello Staff
Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Specializzato
Auto
Bravo 1.4 16v 2009 (192B2000) 90cv - Punto mk2b 1.2 8v 60cv - 2006
#2
potrebbe essere che ha un embolo d'aria che non permette al liquido di girare correttamente e in questo caso, surriscalda o non riscalda affatto zone diverse. Da tenere d'occhio il termostato, perchè potrebbe essere lui che fa off-on a colpi.
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
#3
E d'ufficio svuotare, lavare abbondantemente e rifare il pieno al circuito di raffreddamento.
7 anni sono tantini...
 

Dada

Utente Avanzato
Auto
Giulietta Qv, 1750 TBI, 2010, Alfa 156 1.6 T.S. '98 GPL,Renault R19 1.4e '93 GPL
#4
Eh lo so che 7 anni sono già troppi, ma l'auto non è mia e quindi non posso fare la manutenzione che faccio sulle mie. Sicuramente un cambio di liquido e magari anche un riempimento intermedio con solo acqua distillata per lavare farebbe bene. Ora cerchiamo di capire se la causa può essere un intasamento dovuto a sporcizia, oppure la termostatica impazzita o un'eventuale bolla d'aria (anche se il circuito ultimamente non è stato aperto, a meno che non ci sia una microcrepa da qualche parte che ha fatto entrare aria); poi cercherò di convincere il proprietario della necessità di un cambio liquido a prescindere.
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
#5
Vediamo se può essere una motivazione accettabile per il proprietario: quando diventa troppo vecchio il fluido invece che lavorare correttamente si decompone, sporca e corrode il motore da dentro. Anche l'alluminio.
 

Dada

Utente Avanzato
Auto
Giulietta Qv, 1750 TBI, 2010, Alfa 156 1.6 T.S. '98 GPL,Renault R19 1.4e '93 GPL
#6
Auto ritirata da mio padre dal meccanico: sostituito sensore temperatura liquido che faceva le bizze; in ogni caso secondo me il fatto che, anche se solo per una volta, il riscaldamento non funzionava, potrebbe essere dovuto a sporcizia accumulata che ha ostruito qualche passaggio temporaneamente. Mi sono proposto come manovalanza per sostituire il liquido refrigerante e sembra che il proprietario abbia accettato. Aggiornamenti alla prossima puntata.
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
#7
Se mi posso permettere, cerca attentamente e compatibilità del fluido refrigerante. Forse cercherà di spendere il meno possibile, ma se fossi in te utilizzerrei (se compatibile con l'auto) con un fluido HOAT.
 

Dada

Utente Avanzato
Auto
Giulietta Qv, 1750 TBI, 2010, Alfa 156 1.6 T.S. '98 GPL,Renault R19 1.4e '93 GPL
#8
Dovrebbe già avere un OAT, perchè il liquido è rosso, comunque mi assicurerò sul LUM che sia indicato un refrigerante organico. In questo caso opterei per il Paraflù Up con il quale mi sono sempre trovato bene su altre auto.
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
#9
I liquidi HOAT, se compatibili col motore, sono ancora più duraturi.
 

Dada

Utente Avanzato
Auto
Giulietta Qv, 1750 TBI, 2010, Alfa 156 1.6 T.S. '98 GPL,Renault R19 1.4e '93 GPL
#10
Da quanto diceva @terzimiky nella discussione sui refrigeranti:
OAT: Antigelo con glicole monoetilenico con inibitori di tipo organico atto a preservare i motori di nuova generazione, per la precisione quelli con basamento in alluminio e canne in ghisa o con testata di alluminio e basamento in ghisa.La loro particolare formulazione permette di preservare molto di più i metalli, in particolare sono meno aggressivi con le masse radianti (come non dimenticare il radiatore interno dell'abitacolo ad esempio) che per sostituirlo bisogna smontare tutto il cruscotto, con un esborso non indifferente. Sono meno aggressivi anche verso i manicotti, meno rigonfiamenti e meno depositi, poi permettono di eliminare il fastidioso difetto della cavitazione e elettrolisi sulle teste. Punto di ebollizione più alto, arriva a 125° e di congelamento a -40°. Sostituzione consigliata da un minimo di 4 ad un massimo di 6 anni.

HOAT: Antigelo ibrido per permettere ai motori nati con antigelo standard di poter usare liquidi meno aggressivi e hanno la peculiarità di essere miscibili sia con antigelo di tipo IAT che OAT e la sostituzione è prevista in un arco temporale che va dai 2 ai 5 anni.

Avevo capito che gli OAT durano di più, o ho inteso male?
 

terzimiky

Moderatore
Membro dello Staff
Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Specializzato
Auto
Bravo 1.4 16v 2009 (192B2000) 90cv - Punto mk2b 1.2 8v 60cv - 2006
#11
difatti Dada, gli OAT durano di più e chimicamente hanno più capacità degli HOAT, mentre gli HOAT sono ben superiori agli IAT. Cmq la C3 dovrebbe avere in dotazione un OAT.
 

Dada

Utente Avanzato
Auto
Giulietta Qv, 1750 TBI, 2010, Alfa 156 1.6 T.S. '98 GPL,Renault R19 1.4e '93 GPL
#12
sì credo anch'io che sia un OAT, comunque controllerò sul LUM per essere sicuro al 100%.
 

ElCaimanDelPiave

Super Moderatore
Membro dello Staff
Youtuber
Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Grande Punto 1.4 16V Sport '08 / Tipo 1.4 16V Lounge '18
#13
I motori psa sono notoriamente costruiti interamente in alluminio, se non sono cambiati negli ultimi anni, e quindi, a logica, dovrebbero montare oat... ma non è mai tutto così lineare...

Comunque anch'io ricordavo che gli hoat durassero di più...
 
Alto Basso