• I contenuti presenti in questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali, condivise tra automobilisti, e devono quindi essere prese come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite altri canali, e di rivolgerti ad un professionista in caso di qualunque necessità!

  • La registrazione al forum è chiusa.

Strumenti aggiuntivi

vvti

Autore di Tutorial
Auto
Toyota Aygo now 1.0 benzina 68cv anno 2010(euro 4)
Io la terzultima lampadina la tarerei con un voltaggio tale da non permetterti di avviare l'auto. Così se sei a metà ti arrivi per provvedere ma hai margine. Come quando metti l'orologio avanti per non perdere il treno.
 

Duker

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Polo 9n 1.4 16v 75cv 2003
Vvti Non è la tensione che ti fa avviare la macchina ma la corrente
 

vvti

Autore di Tutorial
Auto
Toyota Aygo now 1.0 benzina 68cv anno 2010(euro 4)
Qui si parla di tensione e siccome che (cit. Anna Marchesini) sono ignorante allora ho sbagliato. Anzi ho stato tratto in incanno porchilmontcheciosottipiedi!
 

Duker

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Polo 9n 1.4 16v 75cv 2003
Capita che magari hai tensione ma non parte e viceversa hai una cella rotta ma di fortuna parte lo stesso
 

vvti

Autore di Tutorial
Auto
Toyota Aygo now 1.0 benzina 68cv anno 2010(euro 4)
È capitata la prima che hai detto a me.
Fine mese vorrei far sostituire olio trasmissione e batteria per prevenire.(batteria anno 2017)
L'auto viene usata in maniera intensa e fa anche autostrada però stamattina non mi è piaciuta al primo avvio.
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
Quante volte di ho detto di caricare la batteria?
 

vvti

Autore di Tutorial
Auto
Toyota Aygo now 1.0 benzina 68cv anno 2010(euro 4)
Molte, tante quante io ho risposto che purtroppo non ho un posto per fare queste cose.
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
perchè pensi al problema e non alla soluzione? :)
 

buonsm

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Punto 188FL 1.2 8v 60cv 3p Actual (2005) - Peugeot 107 1.0 12v 3p Plaisir (2007)
Finalmente mi è arrivato il voltmetro digitale nuovo da montare sulla 107 in sostituzione a quello che avevo. Ovviamente mi sono messo subito all'opera.

La situazione di partenza è questa (ricordavo di aver postato da qualche parte una foto più decente ma non riesco a trovarla):
IMG_20200729_090453.jpg

A sinistra il termometro del liquido refrigerante (che di giorno, con la retroilluminazione blu, è praticamente illeggibile...), a destra il voltmetro Simoni Racing. Come si nota, segna un valore un po' troppo basso (appena sotto i 13V con motore acceso) e ho verificato che il problema non è l'alternatore, il quale carica correttamente a 14,1V.

Avendo l'impianto già pronto, il lavoro è stato banale: ho svitato il portastrumenti, scollegato e rimosso il vecchio voltmetro e poi, effettuati i collegamenti, il procedimento inverso per rimettere tutto a posto.

Questa è la nuova configurazione (la foto è venuta un po' male, tanto per cambiare...):
1616002886270.jpg

Finalmente ho i due strumenti uguali! E già che c'ero ho impostato la retroilluminazione (anche quella del termometro) in modo che si accenda sempre di colore rosso, anche a luci spente.
A proposito di retroilluminazione, purtroppo i due strumenti presentano fra loro una notevole differenza di luminosità (dal vivo la differenza è ancora più accentuata): non ricordo quanto fosse luminoso il termometro da nuovo, probabilmente più di adesso, anche perché qualche led della retroilluminazione è sicuramente saltato (a guardare bene la foto si nota una zona più buia in basso a destra). Forse contribuisce anche la vecchiaia o magari, nonostante i prodotti siano della stessa marca e della stessa linea, internamente sono diversi e impiegano led differenti.
Ad ogni modo, dato che il termometro si trova ancora su Aliexpress, per quello che costa può darsi che in seguito sostituirò pure lui.

Tornando al voltmetro, la tensione misurata è di circa 0,1 Volt in meno rispetto al valore reale: scarto più che accettabile. L'unica cosa che mi scoccia un po' è che, mentre avvio il motore, l'alimentazione dei servizi ausiliari viene interrotta quindi il voltmetro si spegne, per poi riaccendersi solo quando il motore è in moto. Volendo potrei risolvere, ma al momento posso accettare il compromesso.

Chiudo con qualche considerazione sul vecchio voltmetro Simoni, che io ritenevo sballato: l'ho provato al banco e in realtà segna la tensione in modo precisissimo, mentre sull'auto segnava 1 Volt abbondante in meno, sia a motore acceso che spento. Probabilmente, essendo uno strumento vecchia scuola (niente motorino passo-passo, per intenderci), in auto c'era qualcosa che lo "disturbava". Poco male: sicuramente gli troverò un nuovo impiego. ;)
 

GDeltaG

Fondatore
Membro dello Staff
Youtuber
Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Punto 2012 Easy 1.2 8V 2013
(ricordavo di aver postato da qualche parte una foto più decente ma non riesco a trovarla)
Il post dovrebbe essere questo..
L'unica cosa che mi scoccia un po' è che, mentre avvio il motore, l'alimentazione dei servizi ausiliari viene interrotta quindi il voltmetro si spegne, per poi riaccendersi solo quando il motore è in moto. Volendo potrei risolvere, ma al momento posso accettare il compromesso.
Qui gioe mi aveva dato indicazioni proprio per risolvere questo fastidioso comportamento anche se credo tu sappia già il da farsi..

Bel lavoro comunque ;)
 

buonsm

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Punto 188FL 1.2 8v 60cv 3p Actual (2005) - Peugeot 107 1.0 12v 3p Plaisir (2007)
Grazie infinite G! Il post è proprio quello. :thumbsup:

Grazie anche per il link.
Il mio "problema" in realtà non è dovuto a un malfunzionamento: la linea accessori a cui mi sono collegato per comodità funziona così.
Volendo, comunque, basterebbe collegarsi su qualche altro circuito alimentato dal sottochiave vero e proprio.
 

Salva-Racing

Youtuber
Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Volvo V50 2,4 140 CV 2005 (GPL) + Opel Agila 1.0 12V 2000
Finalmente mi è arrivato il voltmetro digitale nuovo da montare sulla 107 in sostituzione a quello che avevo. Ovviamente mi sono messo subito all'opera.

La situazione di partenza è questa (ricordavo di aver postato da qualche parte una foto più decente ma non riesco a trovarla):
Vedi l'allegato 37180

A sinistra il termometro del liquido refrigerante (che di giorno, con la retroilluminazione blu, è praticamente illeggibile...), a destra il voltmetro Simoni Racing. Come si nota, segna un valore un po' troppo basso (appena sotto i 13V con motore acceso) e ho verificato che il problema non è l'alternatore, il quale carica correttamente a 14,1V.

Avendo l'impianto già pronto, il lavoro è stato banale: ho svitato il portastrumenti, scollegato e rimosso il vecchio voltmetro e poi, effettuati i collegamenti, il procedimento inverso per rimettere tutto a posto.

Questa è la nuova configurazione (la foto è venuta un po' male, tanto per cambiare...):
Vedi l'allegato 37181

Finalmente ho i due strumenti uguali! E già che c'ero ho impostato la retroilluminazione (anche quella del termometro) in modo che si accenda sempre di colore rosso, anche a luci spente.
A proposito di retroilluminazione, purtroppo i due strumenti presentano fra loro una notevole differenza di luminosità (dal vivo la differenza è ancora più accentuata): non ricordo quanto fosse luminoso il termometro da nuovo, probabilmente più di adesso, anche perché qualche led della retroilluminazione è sicuramente saltato (a guardare bene la foto si nota una zona più buia in basso a destra). Forse contribuisce anche la vecchiaia o magari, nonostante i prodotti siano della stessa marca e della stessa linea, internamente sono diversi e impiegano led differenti.
Ad ogni modo, dato che il termometro si trova ancora su Aliexpress, per quello che costa può darsi che in seguito sostituirò pure lui.

Tornando al voltmetro, la tensione misurata è di circa 0,1 Volt in meno rispetto al valore reale: scarto più che accettabile. L'unica cosa che mi scoccia un po' è che, mentre avvio il motore, l'alimentazione dei servizi ausiliari viene interrotta quindi il voltmetro si spegne, per poi riaccendersi solo quando il motore è in moto. Volendo potrei risolvere, ma al momento posso accettare il compromesso.

Chiudo con qualche considerazione sul vecchio voltmetro Simoni, che io ritenevo sballato: l'ho provato al banco e in realtà segna la tensione in modo precisissimo, mentre sull'auto segnava 1 Volt abbondante in meno, sia a motore acceso che spento. Probabilmente, essendo uno strumento vecchia scuola (niente motorino passo-passo, per intenderci), in auto c'era qualcosa che lo "disturbava". Poco male: sicuramente gli troverò un nuovo impiego. ;)
Veramente bello
 
Alto Basso