• I contenuti presenti in questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali, condivise tra automobilisti, e devono quindi essere prese come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite altri canali, e di rivolgerti ad un professionista in caso di qualunque necessità!

  • La registrazione al forum è chiusa.

Etichetta scadenza airbag

samuele

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Fiat punto 1.2 16v -01- / Fiat Punto 1.2 16v -99-
Ciao raga oggi aprendo il cassetto portaoggetti della puntozza o visto questa etichetta cosa cavolo è ?

1415376144922.jpg
 

Simone97

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Clio 1.8 16V 1993 - Grande Punto 1.4 Starjet Emotion 2007
E' la data di scadenza della carica dell'airbag. Praticamente, la Fiat garantiva il funzionamento dello stesso fino a 10 anni di età, dopo andrebbe cambiato. Quell'etichetta ti dice appunto che la carica è scaduta a Maggio 2011
 

samuele

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Fiat punto 1.2 16v -01- / Fiat Punto 1.2 16v -99-
Aaaaaa ok ...... ma la posso usare lo stesso così oppure rischio che gli airbag non funziona più ?
 

Simone97

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Clio 1.8 16V 1993 - Grande Punto 1.4 Starjet Emotion 2007
Francamente non lo so. Nella mia è scaduto dal 2007 e fino ad ora ringraziando dio non ho avuto modo di testarlo ahahahah
 

samuele

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Fiat punto 1.2 16v -01- / Fiat Punto 1.2 16v -99-
Ahaha vero :-D booo la lascio cosi e speriamo bene :)
 

Simone97

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Clio 1.8 16V 1993 - Grande Punto 1.4 Starjet Emotion 2007
Anche perché dovresti comunque comprarlo nuovo, e non costa poco. Altrimenti trovare una Classic incidentata, ma ti ritroveresti il logo rosso
 
S

simon85rm

Ospite
Per caso ho letto scadono, tutti ... Possibile sia una cosa poco conosciuta? Pericoloso non siano oggetto di revisione o che ci mandino in giro col pericolo non si aprano... Il materiale esplosivo o pirotecnico si deteriora per semplificare... Ecco... Questo è un serio motivo per cambiare una macchina.. non le norme euro baggianate...
 
Auto
Fiat tipo easy 5 porte 1.4 95 cv 2016
per fortuna io non tengo una macchina oltre i 10 anni,anzi se riesco la cambio prima....anche perché insieme a tutto il resto che diventa vecchio in una macchina e più soggetto a guasti,ha senso spendere cifre non proprio contenute per sostituire gli airbag scaduti su una macchina che probabilmente non ha neanche più il valore commerciale della sostituzione degli airbag?
comunque sia è una questione spinosa questa direi visto che manca una normativa di legge pare.
 

apollokid

Autore di Tutorial
Auto
Volvo 945 B200FT superpolar MY1996 - Kia Venga Cool navi 1.4 CCVT MY2017
È un problema serio, la mia 940 è del 1996 e l'etichetta dell'SRS dice che si sarebbe dovuto sostituire airbag e pretensionatori delle cinture (eh si, non dimentichiamoci che ci sono anche quelle) dopo 10 anni. Avevo letto un bollettino di Volvo USA che estendeva il service life a 20 anni ma ha ormai superato anche quelli ed ovviamente essendo un'auto registrata ASI di anni ne dovrà fare ancora molti (è una youngtimer come si dice oggi...)
Il problema tra l'altro è che esistono anche diversi tipi di esplosivo e servirebbe almeno una scheda per conoscerne i problemi che potranno avere con l'invecchiamento. Bombe della seconda guerra mondiale ancora oggi scoppiano senza problemi, ma il telo del pallone? E se scoppia, ma in ritardo?
 

Ivan66

Autore di Tutorial
Auto
Alfa 155 Q4 2.0 turbo 186cv 1 serie 1993 , Toyota Paseo 2 serie 1.5 90cv 1996
Considerando che ho 2 auto che l'airbag non ce l'hanno proprio non
sono molto preoccupato e trovo assurdo cambiare un'auto ( anche
di 20 anni ) piuttosto che spenderci 1.000€ di manutenzione solo perchè
il valore commerciale dell'auto è molto basso , se l'auto è in ottima salute
e la voglio tenere cosa me ne frega del valore commerciale .
In ogni caso sulla Smart che era del 2001 gli airbag si erano aperti
regolarmente , sulla Toyota Corolla del 99 invece non era neanche
stata eccitata la carica quando mia figlia è finita di muso in un fosso
piegandole irreparabilmente l'avantreno .

Decidere di cambiare l'auto è comunque una decisione personale ,
se si valuta il lato economico più che il valore commerciale
bisognerebbe considerare quanto si spenderebbe per acquistarne
un'altra e quanto per rimettere la propria in piena efficienza , se poi
la si sostituisce con un'altra usata bisogna aggiungere i costi di
voltura e mettere subito in conto che un'auto usata ha quasi sempre
degli interventi da fare quindi nella maggior parte dei casi si spende
meno a rimettere in piena efficienza la propria .
Poi c'è gente che compra auto nuove solamente per non spendere
in manutenzione e dopo 3 anni sono in condizioni peggiori di auto
ultraventennali inquinando anche di più ma quello è un discorso
a parte ...
 
Auto
Fiat G. Punto 1.2 8v 2006 Opel corsa C 1.2 2001 Fiat Stilo MW 1.6 2003

vvti

Autore di Tutorial
Auto
Toyota Aygo now 1.0 benzina 68cv anno 2010(euro 4)
@Ivan66 diciamo che oggi se potessi cambierei subito auto con una Yaris, per come è sicura.
Perché?
Perché sebbene la Aygo per i suoi tempi era un auto sicura adesso condivide la strada con auto enormi ed ingiustificate per la città(ma anche per l'autostrada secondo me che è regno delle berline acquattate tipo Alfa Giulia) che in caso di urto ti possono far male.
Mettici pure le teste di moro che spesso sono a bordo e la frittata è fatta.

Dici di non preoccuparti perché hai le auto senza Airbag, bhe io condivido l'idea di non cambiare auto quando non necessario(anche perché mi affezziono alle auto) ma si arriva ad un punto in cui non si tratta più di seguire mode o finte innovazioni piuttosto di fare un salto avanti in termini di sicurezza. IMHO e scusa l'OT.
 

Ivan66

Autore di Tutorial
Auto
Alfa 155 Q4 2.0 turbo 186cv 1 serie 1993 , Toyota Paseo 2 serie 1.5 90cv 1996
Bè , in ogni androne della natura il pesce grosso mangia sempre
il pesce piccolo ...
Anche la Giulia , con tutti i suoi sistemi di sicurezza , se fa un frontale
con un camion non sopravvive bene , nonostante tutti gli airbag ...
Un paio di mesi fa , mia figlia con la 146 ha picchiato proprio contro una
Yaris ; più di 1.000€ di danno alla Yaris mentre alla 146 ho tolto i segni
con un paio di passate di Polish ....
Ragionando su tutto questo se uno vuole essere realmente sicuro non
so se basti viaggiare con un Hammer .
 

apollokid

Autore di Tutorial
Auto
Volvo 945 B200FT superpolar MY1996 - Kia Venga Cool navi 1.4 CCVT MY2017
Concordo, inoltre a questo punto si dovrebbe avere il terrore ad andare in giro in moto o in bici. Un minimo di rischio alla fine c'è ovunque, quello che si può fare è compensare la mancanza di sicurezza passiva con un po' più di sicurezza attiva (più attenzione sulla strada e meno aggressività nei confronti degli altri)
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
Ragionando su tutto questo se uno vuole essere realmente sicuro non
so se basti viaggiare con un Hammer .
Il quale poi ti frana addosso quando centri qualcosa di indeformabile come un muro o un grosso pilastro in cemento.
Se andassimo su questo discorso (voglio l'auto indistruttibile per distruggere ogni altra cosa con cui impatto) tipico dei fan di Pickup (più facile che si ribaltino) dei crossover (seduta in alto per "dominare la strada" se no mi sento un tabacchino) e dei SUV (cellovolliogrossoeffiqo non importa se brucio due petroliere al giorno) avebbe solo ragione.
Ed a questo punto: perchè non usare un bel Lince tutti i giorni?
1580352609408.png

O ancora meglio, visto l'accessorio sul tetto, il Centauro.
1580352843945.png

Scommetto che nel traffico cittadino un mezzo del genere farebbe grande successo, annientando tutta la concorrenza...

@vvti hai controllato le stelle EuroNCAP di entrambi i modelli? Magari testati con la stessa procedura sarebbe il massimo.
Anni fa hanno confrontato su Quattroruote la riparabilità di 4 o 5 vetture del segmento B, considerando un piccolo incidente non tanto lento. Airbag out, fari out, qualcuno pure il parabrezza, cofano, etc etc.
La toyota Yaris prima versione spiccava per impiegare circa il 63% del costo da nuovo per la riparazione completa del mezzo, tutte le altre tra il 44 e il 52%; all'epoca influì anche l'assenza di molti componenti aftermarket "alternativi" di altri produttori, dovendo pescare molto materiale da Toyota, ma a mio parere non cambia la sostanza: distruggibilità per salvaguardare gli occupanti.

Ogni evoluzione per la difesa delle persone a bordo è passata per pensare meglio a come rendere distruggibile l'auto salvaguardando la persona, aggiungendo quanto occorreva, aggiungendo irrobustimenti (barre antiintrusione nelle portiere) e rendendo progressivamente più morbida, rompibile, accartocciabile ogni altra parte non necessaria, a partire dalla traversa anteriore per il paraurti (ora sostituibile in molte auto) sino ai montanti parabrezza ed al parafiamma.
Questo ha contribuito all'ingrassare in modo imbarazzante le vetture, arrivando a far pesare un'auto media da poco più di 1000kg a oltre 1600; le varie successive computerizzazioni di impatti e costruzioni ha portato a rendere sempre più variegata la distinta materiali della scocca, usando acciai migliori e più leggeri ove occorresse, peggiori e meglio deformabili dove occorresse. E se c'erano abbastanza soldi nel progetto di vendita (leggi: listino percepito come accettabile) arrivavano materiali più nobili come l'alluminio (usato per alcuni giro-porta di audi, cofani, zone del tetto di rivestimento) o ancora meglio i compositi, arrivando a sostituire pezzi enormi e complessi da stampare: dalla vetroresina per alcuni grossi portelloni, sino ai parafanghi deformabili di auto come la Micra K12, sino ancora agli impreziosenti pannelli in carbonio, a volte esposti (tetto carbonio M3 CSL) a volte occulti sotto la vernice. Dipende dal possibile listino, dal margine di costo del singolo pezzo sul totale, dalla percezione premium del prodotto che il cliente acquisterà.
Con auto pesanti, si è ricorsi a motori più potenti; prima aumentando la cilindrata per dare coppia sotto, poi mettendo gli ottimi Turbodiesel common rail. Più potenza, più accessori installabili, più peso.
Insomma... avete capito il circolo vizioso...

La Aygo resta un'auto compatta. Nelle auto compatte del suo segmento una delle meglio progettate in termini di "bang for the buck" (soldi per la ciccia che c'è), sia progettualmente che ergonomicamente; credo che solo la UP possa batterla, non so le microcoreane se sono più "premium" come taglio.
Con la Yaris guadagni centimetri avanti e indetro, ma credimi... non fai miracoli. Meno di una segmento C (o B+) è un casino per la sicurezza in caso di impatti un po' cicciotti.
Attenzione: non che il segmento A o il segmento B siano insicuri ed inefficaci, come non mai le piccole auto ora fanno miracoli in termini di impatto. Ma restano presenti bestie da 2000kg. E se per gli americani "no replacement for displacement" (non puoi fare miracoli senza aumentare la cilindrata, anche se gli europei ed i giapponesi li hanno più volte sconfessati
aka inc|_|lati a sangue
in ambito di impatti le differenze di massa non si possono completamente ignorare...
 
Alto Basso