• I contenuti presenti in questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali, condivise tra automobilisti, e devono quindi essere prese come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite altri canali, e di rivolgerti ad un professionista in caso di qualunque necessità!

Zafira B 1.6 - Esperienza cambio dischi e pastiglie freno

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
Disclaimer
Questo è il racconto di come ho fatto io. Per quanto lavori sugli impianti frenanti dei mezzi che uso da oltre 25 anni, non operate sui freni del vostro mezzo se non siete già a conoscenza di quel che state facendo o in alternativa se non siete supportati da qualcuno che ha già esperienza e competenza.

Lavorare sui freni è facile, ma è molto rischioso se sbagliate qualcosa, perchè potreste trovarvi dal non riuscire a frenare "come al solito"... al non poter frenare affatto.
Nel dubbio non operate affatto e rivolgetevi ad un professionista.

Cose "che servono"
E probabilmente non vi serviranno nemmeno tutte, vi racconto cosa ho usato io per come ho lavorato io.
  • dischi freno nuovi (ho montato Starline 104720059, forniti dal ricambista tramite il telaio dell'auto)
  • pastiglie freno nuove (ho montato Starline 101720229 adatte alle pinze ate montate e fornite dal ricambista tramite il telaio dell'auto)
  • detergente freno spray (io ho usato un detergente catena da moto, fan più o meno la stessa roba)
  • eventualmente WD40
  • pezzi di cartone grosso
  • rotolo di carta da lavoro
  • pinza a pappagallo
  • grosso cacciavite a taglio (magrosso sulserio)
  • occhiali e maschierina (possono essere utili)
  • grossa pinza giratubi
  • vasetto in vetro da 100-200 ml con tappo
  • fluido freni (eventualmente)
  • torcia
  • siringa e un piccolo pezzo di tubo (circa 10-15 cm) che si incastri sulla punta della siringa
  • chiave del 17 e del 18 a tubo con attacco da 1/2 pollice
  • brugola del 7 con attacco da 1/2 pollice, possibilmente "lunghetta"
  • brugola del 5 o con attacco da 1/2 o di buona qualità
  • cricchetto da 1/2 pollice
  • pezzo di fil di ferro lungo 20-30cm
  • svitabulloni elettrica a impulso o pneumatica adatta alle chiavi su indicate, in alternativa una lunga leva con attacco da 1/2 pollice
  • spazzola metallica a mano o collegata ad utensile rotante
  • chiave dinamometrica
  • due crick, eventualmente cavalletto per sostenere l'auto (se avete il ponte sollevatore vi sto invidiando in modo imbarazzante
  • sacchetto di plastica grossa per buttare le cose
  • Frenafiletti medio
Il 20% del lavoro è "prepararsi".
Avere tutto vicino alla zona di lavoro, essere pronti a prendere quel che serve senza fare 200 volte avanti-indietro.

E....
Ispezionare la vaschetta fluido freni. Se siete vicini al massimo, recuperate il vasetto, pulitelo molto bene dai residui, spruzzate dentro un po' di pulitore freni, svuotate il contenuto sporco incluso e lasciatelo aperto.
Avvicinatevi alla vaschetta con carta e la siringa, foderate attorno al serbatoio freni con la carta, svitate il tappo, e prelevate fluido freno con la siringa svuotando nel barattolo ogni volta il fluido che estraete. Andate abbondantemente sotto al minimo e non circolate più con l'auto dopo aver fatto questa operazione sino al ripristino del livello. Tappate il vasetto e mettetelo in un posto sicuro, appoggiate il tappo vaschetta sulla stessa senza avvitare.

Ora... decidete su che lato volete operare dell'auto. Sinistro, destro.

Io ho lavorato mantenendo le ruote allineate al mezzo, alcune persone preferiscono invece sterzare le ruote dal lato dove si opera, per disassare i bulloni dell'assemblaggio freni dalla sospensione e dal semiasse. Dipende dalla vostra attrezzatura, esperienza, preferenza. Ci son più modi per spellare un gatto, dicono... Decisa ruota E posizione della stessa? Si va!
Marcia inserita, freno a mano ben tirato, se vi va ceppi o fermi alle ruote posteriori, se solo una meglio quella opposta a quella dove lavorate (Ant sx? ceppi alla posteriore dx)
Posizionate il crick, allentate i bulloni delle ruote, sollevate l'auto e poi toglieteli, rimuovendo anche la ruota stessa. (Se avete la svitabulloni potete pure farlo con l'auto sollevata, ma prendere qualche botta in meno al differenziale non dispiacerà)

Mascherina time...
Mettete i cartoni sotto alla zona del disco, pulite quel che vedete, spruzzate il detergente freni sulla pinza e lasciate colare il primo sporco. Rimuovete con la pinza o con il cacciavite la grossa molla antivibrazione e tenetela a portata di mano (io la metto nella scatola delle pastiglie).
Ora forse è più chiaro se vedete come è fatta la pinza...
thumb

Nella pinza più a sinistra vedete la parte rivolta fronte marcia, c'è una ampia asola al centro. Da lì potete vedere il bordo pastiglia ed il disco, io ho infilato il cacciavite tra pastiglia interna e disco ed ho iniziato a fare arretrare il pistoncino sino a che non è completamente rientrato.
Essere precisi e pazienti è fondamentale per non incidere o rovinare la cuffia parapolvere, che tra l'altro è comunque piena di residuo di pastiglia. Prendetevi tempo, se rovinate la cuffia parapolvere innescherete un percorso di peggioramento irreversibile dell'impianto, sino alla completa revisione della pinza o sostituzione della stessa.
Mi occorre inoltre aggiungere che vi sono persone che guardano questa manovra con malcelato schifo. Secondo la loro opinione, così si fa ritornare il fluido più usurato verso la centralina, con seri rischi. Non posso dire che hanno torto, sinora a me ancora non è capitato. Per ridurre questo rischio, queste persone puliscono bene il coperchio della valvolina sulla pinza, hanno la chiave adatta per allentarla senza rischi
13733736_1.jpg

attaccano un tubo alla valvola e mentre comprimono il pistoncino, raccolgono l'olio che esce in un vasetto di vetro (diverso da quello che vi ho indicato di recuperare!!!) le cose cambiano in seguito in base al fatto se avete fatto uscire l'olio dalla pinza in questo modo.

Una volta arretrato completamente il pistoncino è ora di un altro bivio:
Smonto solo il supporto disco?
Smonto pinza e supporto disco?
Andremo nel dettaglio nel post successivo
Messaggio doppio unito:

Partiamo da come NON ho fatto.
1658660774469.png

Dietro ai cappucci evidenziati sono presenti le viti con testa a brugola del 7 che fissano la pinza al supporto.
Vi consiglio di pulire bene la zona prima di rimuoverli, infilare la brugola e usare il cricchetto per svitarlo. Vi sconsiglio caldamente una brugola ad L, specie se di pessima qualità, sarebbero da serrare a 35nm, cercate di semplificarvi la vita.

Una volta smontata, appendete la pinza con un filo di ferro al piattello dell'ammortizzatore, fate bene attenzione a non torcere, tirare, schiacciare la parte flessibile del tubo freni.
Non solo: c'è un clip che tiene vicino il cavo del sensore ABS al tubo freno; è più facile scappucciarla dal lato tubo freno.
Le viti che smontate vanno ispezionate, pulite, possibilmente lubrificate. Pulite attentamente anche i passaggi delle viti.

E qui passiamo a come ho fatto io... smontando direttamente il supporto pinza. Vale anche per voi che avete smontato la pinza.

Vi sono due bulloni che fissano supporto pinza e pinza al mozzo. Bulloni del 18.
Ma la svitabulloni che ho usato io non ci passava, sbattevo in ogni angolo e il braccetto sospensione era in mezzo ai cabbasisi (il triangolo inferiore).
Ho quindi usato il secondo crick per riportare il mozzo a livello del telaietto ausiliario, trovando molto più agio nell'arrivare. E vi garantisco che la poveretta ha avuto il suo bel da fare per svitare tutto...
Ho usato una prolunga molto corta (7,5cm) in modo tale da spostare dalla zona mozzo la svitabulloni. La solita prolunghetta corta (10 o 12,5 cm) specie lato guidatore potrebbe essere troppo lunga.
Il bullone quando esce è molto caldo, fate attenzione.

Dopo aver smontato la pinza ho rimosso le vecchie pastiglie, facendo attenzione a dove era posizionato il riferimento per l'usura nella pastiglia esterna.
1658661267136.png

nel mio caso, questo ferretto era orientato verso il basso.
Le pastiglie escono verso il centro della pinza, la pastiglia interna a un ritegno che si infila all'interno del pistoncino.

1658661310930.png

Pulite in modo maniacale la corsia dove scorrono le pastiglie. C'è chi usa specifici lubrificanti per questa zona, io non lo faccio mai, ma assicuratevi che ci siano pochi residui. Abbondate con il pulitore, o la spazzola.
Attendete per rimontare le pastiglie...

E' ora del disco.
E' tenuto fermo solo da una piccola vite, quella con la testa a brugola del 5. A me si è svitata subito senza problemi, se vi fa dannare usate pure WD40, fluido penetrante, no problem. Fate solo attenzione che non arrivi sulle tubature dei freni.
Una volta svitata, con un colpetto di pinza i dischi sono scesi.
E si finisce a fare la parte due delle pulizie: il supporto disco.
Il mio non aveva grosse schifezze, una doccetta di detergene e quattro grattate di spazzola e la parte più polverosa era venuta via. Qualcuno è decisamente più drastico, usando diversi abrasivi.
Se usate un abrasivo, date una ulteriore soffiata o spruzzata di detergente per metalli, per far colare tutti i residui.

Mentre si asciuga il detergente, togliete i dischi dalla confezione e se non lo avete già fatto, una passata con un pezzo di carta pulito, meglio se imbevuto di detergente freni. Toglierà la lubrificazione superficiale antiruggine.

Appoggiate il disco sul mozzo, assicuratevi che giri liberamente e senza impuntature sullo stesso. Se sentite imperfezioni, ricontrollate il mozzo o se il retro del disco ha imperfezioni. Anche qui qualcuno fa diversamene da me, mettendo lubrificanti specifico. Ad ognuno il suo ;-)
Il disco che ho montato era parecchio forato, ma è facile distinguere il foro della vite di fermo, visto che è l'unico con incavo. A fianco dei fori con incavo ci sono due fori di fissaggio ruota, quindi dovrete vedere ben tre fori con filettatura allineati.
Una volta posizionato, avvitate la vite di fermo. Secondo quanto ho trovato, la coppia di serraggio è 9nm, io ho serrato con una brugola a T della Beta, un po' fermo ma senza tirare.

Facciamo finta che non mi avete dato retta...
State per rimontare il supporto pinza sul mozzo, che avrete ben pulito prima di rimetterlo su. Non avete l'impiccio di pinza e pastiglie quindi andrete alla grande.
prendete uno dei due bulloni, posizionate il supporto, impuntate il bullone superiore a mano sino a che si fa girare e il supporto resta fissato senza cadere.
Prendete l'altro bullone, mettete qualche goccia di frenafiletti medio sulla punta del bullone, cercate l'allineamento tra supporto e foro filettato, quindi cominciate ad avvitarlo, passando anche al cricchetto. Dopo qualche giro del bullone, fermatevi, togliete il bullone superiore, mettete il frenafiletti sul bullone superiore, quindi impuntatelo a mano e avvitate... di più di quello inferiore.
Poi riprendete quello inferiore, senza stringerlo, sino a che arrivate vicino alla battuta, recuperate la stessa distanza da quello superiore.
Il supporto deve essere fermo. E' ciò che tiene la pinza fissata all'auto, anche così non deve oscillare verticalmente o avanti/indietro rispetto al senso di marcia, mentre tra sx e dx (rispetto all'auto) ancora potrebbe oscillare perchè non è ancora completamente serrato. Continuate a stringere finchè non diventa più faticoso, quindi passate alla dinamometrica.
Entrambi i bulloni vanno serrati a 75nm. Un po' più non è un problema.
E' ora di riprendere in mano la pinza... assicuratevi che le viti con la brugola del 7 scorrano nei canali di riferimento correttamente, la lubrificazione fa fatta ma poca, un sottilissimo velo comunque verrà "pareggiato" dalla pinza che scorre.
Mettete da parte le viti lubrificate (c'è chi lo fa all'ultimo prima di montarle per non impastarle di polvere), pulitevi bene le mani o cambiate i guanti e cominciamo con le pastiglie.
Parte con grosso fermo a fiore nel cilindretto che deve essere a battuta, parte con il sensore di usura verso l'esterno dell'auto.

Una volta ben assestati nella pinza riposizionatela per avvitarla, mettete una lacrima di frenafiletti sulla parte da avvitare (non sulla parte cilindrica di scorrimento!!!) impuntate la vite con calma. Prendete la seconda vite, mettete il frenafiletti, allineate la pinza che tenderà a smusare verso il fronte dell'auto per il bilanciamento del peso, infilate il secondo scorritore tenendo ferma la pinza ed impuntate a mano. Avvicinate la battuta e poi serrate entrambe a 35nm.
Messaggio doppio unito:

Ma se avete fatto come me?
Beh... tribolerete un po' diversamente.
La pinza scorrerà ancora sul supporto quindi sarà da controllare 4/5 volte che il tutto sia in posizione (pinza a battuta sul supporto, pastiglia esterna verso l'esterno, pastiglia interna ben infilata nel pistoncino.
E se sembra che non s'infili sul disco... non è ben posizionata la pinza rispetto al supporto. Sì, ci ho bestemmiato dieci minuti pure io, poi mi sono dato dell'idiota ed ho risolto.
Una volta le pastiglie nella pinza e la pinza sul disco, vale lo stesso trucco di prima per i bulloni del 18...
Avvitate quello superiore, mettete il frenafiletti poi allineate il gruppo supporto e pinza, quindi avvitate quello inferiore, rimuovete quello superiore e mettete il frenafiletti, quindi stringete il tutto.
Ripeto, 75nm. E sarà dura...
All'inizio il frenafiletti ammorbidirà la cosa, poi diventerà ben duro, quindi verso la fine il cricchetto potrebbe non bastarvi. Ricordate che la dinamometrica di solito è più lunga, quindi... cercate di avere lo spazio per gestirla. Con il muso sollevato, ho avuto non troppi problemi mandando tra sotto il paraurti ed il terreno la chiave.
Per il bullone inferiore, dinamometrica connessa direttamente alla chiave del 18, per quello superiore il cavo del sensore ABS ve lo impedirà. Io ho usato la stessa prolunga da 7,5cm, aiutandomi con l'altro cricchetto sotto come leva per tenere maggiormente in asse la chiave con il bullone.

Mi raccomando a posizionare la pinza in modo tale che il tubo non sia torto, schiacciato, faccia giri diversi dal precedente.
E a questo punto... è ora di rimontare la ruota. Se siete molto precisi e controllori, potreste usare il pennarello per segnare le rotazioni dei bulloni del supporto pinza.

E se avete smontato la pinza dal supporto, rimettete i tappi di plastica di protezione! Se quella zona si riempie di sporco, sale o peggio... il conto del meccanico per rimuovere tutto potrebbe essere saporito.
Rimontata la ruota, serratela a 110nm. Valore preso dal libretto di uso e manutenzione. Dove lo potete trovare pure voi.

Finito un lato, passate all'altro, prendendovi tutto il tempo che serve. Di solito, ci si mette un sacco meno, più che altro perchè avete già fatto e dovrete solo ripetere.
Ecco... magari se cominciate dalla ruota destra, passando alla sinistra il cambio potrebbe farvi a dir poco divertire.
Messaggio doppio unito:

Dimenticavo :Sorry::Sorry::Sorry::Sorry: : la molla va inserita così
1658664450577.png

le orecchie appoggiano sulla zona piatta (freccia rossa)
la parte rettilinea dietro ai lembi indicati dalla freccia verde
Pinze? cacciavite? Scegliete voi. Prendetevi il vostro tempo.

Una volta rimontata anche la seconda ruota, è ora di riportare a livello il fluido freni prendendolo dal barattolo (o dal flacone, se avete fatto fuoriuscire l'olio dalla pinza). Se vedete la tacca di livello massimo andate leggermente sopra, dovete ancora far riavvicinare le pastiglie ai dischi e quindi una parte. Non fatelo se sapete di dover fare tra non troppo tempo i freni all'assale posteriore...

Una nota importante: per qualcuno rimettere il fluido freno prelevato dal circuito è una bestemmia. Ed è giusto che la pensino così, non esite il fluido freno "troppo nuovo", spesso è "troppo cotto e dovevi tirarmi via da qui 5 anni fa, shdronzo". Io dalla vaschetta l'ho tolto e nella vaschetta l'ho rimesso. Ricordatevi solo di prendere esclusivamente la gradazione fluido freno richiesta da Opel, senza dire "ma ci metto la DOT5 che va meglio" o "ci metto il DOT3 che è uguale"
TASSATIVAMENTE NO. Non fate esperimenti strani, mettete quello indicato nel vostro libretto (nel mio, DOT4).

E' meglio l'olio vecchio corretto che l'olio nuovo completamente fuori specifica!


Ricordatevi che avete freni nuovi.
E che magari manco sono perfettamente puliti dal lubrificante di protezione del disco. L'adattamento sarà più veloce del solo cambio di pastiglie, ma per un po' frenerete decisamente meno del solito.
 
Ultima modifica:

edesmo

Autore di Tutorial
Auto
fiat grande punto 1200 benzina 65cv 2006
ottimo il lavoro scrupoloso e preciso, del resto con i freni non si scherza !!! :thumbsup:




unica notazione ma è la mia battaglia contro i mulini a vento, ..... il cacciavite e l'olio arretrato !!!
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
E' importante raccontarlo, poi ognuno pensa quel che vuole. Io vorrei far cambiare l'olio freni ma il proprietario me lo vieta...

Per il cacciavite: se non si fosse trattato di cambiare ANCHE i dischi, avrei compresso il pistoncino con la chiave giratubi di grosse dimensioni. Facendolo a pinza montata si diventa molto meno cretini.
 

Max 69

Utente Avanzato
Auto
Fiat Punto 188 1.2 - 8 v. cng 2005. Fiat Panda 312 1.2 - 8 v lounge 2018
Importante, prima di muovere l'auto pompare il pedale freno per avvicinare pastiglie ai dischi, diversamente fare danni è un attimo
 
Alto Basso