• Ciao, se sei un appassionato di manutenzione auto e ti piace sporcarti le mani unisciti alla nostra community!
    (oltre alla registrazione è richiesta anche una breve presentazione)

  • Ti ricordiamo che i contenuti presenti su questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali e devono quindi essere presi come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite altri canali, prima di eseguire qualsivoglia procedura e/o di rivolgerti ad un professionista del mestiere!

Risolto Vibrazioni dopo cambio gomme

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
J

Jason73

Ospite
#1
Quindici giorni fa ho fatto sostituire due gomme, le nuove le ho messe dietro e quelle dietro (più consumate) le ho messe davanti. Aggiungo che il cerchio in acciaio anteriore destro era gibollato ed è stato riparato a martellate dal gommista. Ora la mia Punto mk2 oltre i 100 ha il volante che vibra e più aumento la velocità più le vibrazioni aumentano. Da cosa può dipendere?
 
J

Jason73

Ospite
#6
Penso anch'io, vedete con che gentaglia spesso si ha a che fare? Lavorano male per poi rubare altri soldi un'altra volta!:Rage:
 

ElCaimanDelPiave

Super Moderatore
Membro dello Staff
Youtuber
Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Grande Punto 1.4 16V Sport '08 / Tipo 1.4 16V Lounge '18
#7
Perché hai messo le gomme nuove dietro?
Il cerchio raddrizzato è meglio se lo metti dietro.
E Infine, mi sembra, come ha detto Giuseppe, che sia da rifare l'equilibratura
 

Motoradders

Youtuber
Autore di Tutorial
Auto
Fiat Seicento 1.1 8V MPI '02
#9
Jason, anche se un gommista è rinomato e bravo nel suo mestiere, può sempre capitare anche a lui di sbagliare. Non voglio giustificare il gommista che lavora male, però io non inizierei da subito a dire che il gommista è un ladro e così via dicendo.
Errare è umano, perseverare è diabolico ;)

La mia opinione è la stessa che ti hanno già dato gli altri. Controlla convergenza ed equilibratura!
 

giove78

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Punto sporting 1.2 16v 2000, Ypsilon 0.9 twinair 2012 e 500 L 1971
#10
condivido al 100% GDelta, è solo un problema di equilibratura dei cerchi, con la convergenza errata l'auto va cmq dritta, ma te ne accorgi quasi subito perchè ti mangi letteralmente le gomme!!!
magari quelle rozze martellate...come negli anni 70-80!!!
ma non ti sorprendere, io dovevo sostituire il permafuselli della mia 500 del 1971, ebbene una bestia di meccanico, "l'apprendista" di 50 anni e passa(non il titolare che lo ha ripreso) ha staccato i braccetti dello sterzo a colpi di mazzetta d'acciaio (invece che di gomma o plastica dura) sulle testine (acquistate da un mese) e che da allora mi ritrovo ancora ammaccate!!!
L'auto era appena uscita dal carrozziere e anche un cieco avrebbe visto quel rosso fiammante, eppure... appena mi sono lamentato mi ha risposto "io lavoro così da 30 anni"!!!! Lo volevo ammazzare,
il proprietario mi ha detto, scusandosi, che lo aveva preso a lavorare solo perchè aveva famiglia
 
Auto
fiat punto 1.2 8valvole motore fire
#11
le gomme nuove dietro e quelle consumate avanti ma sei sicuro di essere andato da un gommista??? un gommista che sa fare il suo lavoro ti avrebbe detto meglio che le metti davanti a meno che tu abbia la trazione posteriore e cmq occhio che alla prima frenata con il ghiaccio vai dritto e non è una bella sensazione visto che mi è successo parecchie volte ma fortunamente andavo piano :D
 
J

Jason73

Ospite
#13
Le gomme nuove dietro le ho volute io perchè come ho letto in questo forum e altrove, con la trazione anteriore è meglio avere le gomme usate davanti così guidando "si sentono". Se le gomme usate si mettono dietro, mi dite come fate a sentirle? Oggi sono andato dal gommista e mi hanno rifatto la equilibratura gratis. Ora l'auto non vibra più.
 

Motoradders

Youtuber
Autore di Tutorial
Auto
Fiat Seicento 1.1 8V MPI '02
#14
Non puoi sentire l' usura delle gomme posteriori, in quanto non hanno l' onere di trasmettere potenza o sterzare l' auto.

Diciamo che le gomme usurate sull' assale posteriore si possono solo "sentire" in certe condizioni, quali frenate d' emergenza e in quel caso si ha un bloccaggio prematuro delle gomme oppure accenni di sbandate del posteriore in curve prese moderatamente veloce.
Va anche detto che il fondo bagnato o melmoso accentua la perdita di controllo del posteriore, specie se gli pneumatici sono usurati.

Io ho avuto un esperienza sulla perdita di controllo per le gomme usurate in curva. La strada era in discesa e dovevo affrontare la rotonda curvando a sinistra. Un po' era bagnato, un po' la discesa e anche da parte mia ho affrontato la curva un po' veloce, insomma il posteriore ha perso aderenza e ho fatto un mezzo testa coda; approssimativamente 120°.

Sono stato fortunato a non danneggiare alcun che, oltre che a non farmi male.
 
J

Jason73

Ospite
#15
Motoradders, appunto, le gomme usurate se montate dietro non si sentono, è quello che ho scritto io. Appunto per questo le ho montate davanti, per poterle sentire.
 

Motoradders

Youtuber
Autore di Tutorial
Auto
Fiat Seicento 1.1 8V MPI '02
#16
Sì hai fatto bene, tuttavia annualmente fai la rotazione, altrimenti ottieni una sbandata in sottosterzo anziché in sovrasterzo. Questo perché le ruote posteriori subiscono molta meno usura di quelle anteriori, ragion per cui rimangono molto nuove.
Le ruote anteriori si consumano più in fretta, come dicevo e questo garantisce miglior aderenza posteriormente che anteriormente causando potenziali sottosterzi.
 

ElCaimanDelPiave

Super Moderatore
Membro dello Staff
Youtuber
Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Grande Punto 1.4 16V Sport '08 / Tipo 1.4 16V Lounge '18
#17
La questione e' complessa.
Di solito la regola vuole che le gomme migliori vadano sempre messe sull'assale di trazione.
Ma ci sono dei pro e dei contro.
Come giustamente avete fatto notare, l'assale posteriore contribuisce attivamente alla tenuta di strada dell'auto, ma soprattutto alla sua stabilità. Se le gomme posteriori sono consumate, possono generare pattinamenti che, in condizioni di scarsa aderenza scaturicono in situazioni non gestibili, come il parziale testa coda in cui e' incappato Dario.
Per contro, mantenendo gomme consumate all'anteriore, l'auto accentuerà la naturale tendenza al sottosterzo delle trazioni anteriori e, in condizioni limite, potrebbe addirittura portare a clamorosi "dritti", con conseguenze immaginabili.
Diversamente, per le trazioni posteriori, la regola vale sempre e comunque: le gomme buone vanno dietro. Questo perche' la trazione posteriore, per sua natura, genera sovrasterzo "di potenza", e quindi con gomme consumate, questo difetto sarebbe amplificato e porterebbe facilmente a perdite totali di aderanza.

C'e' da dire che, indipendentemente dalla trazione, anteriore o posteriore, l'auto risente sempre del tiro e rilascio durante la percorrenza delle curve. Con l'auto in tiro, il carico e' distribuito e il posteriore si mantiene piu' aderente al suolo, ma non appena si rilascia il gas avviene un trasferimento di carico piu' o meno repentino e violento, a seconda della velocità, del carico, della condizione delle sospensioni e della loro geometria. Nel momento in cui il carico si trasferisce, all'anteriore, le gomme davanti guadagnano aderenza, mentre quelle posteriori ne perdono , per effetto dell'alleggerimento, del trasferimento di carico, quindi l'auto diventa molto piu' instabile. Se le gomme posteriori sono consumate, e' piu' facile, in queste condizioni, perdere aderenza.

Ora, la tendenza sottosterzante (allargamento delle traiettorie), si compensa con maggiore sterzata e parzializzando il gas, almeno nella maggior parte dei casi. La tendenza sovrasterzante, si compensa riducendo l'angolo di sterzo solo in condizioni ottimali. Se le condizioni del fondo stradale sono di scarsa aderenza, quando l'auto manifesta una tendenza sovrasterzante, l'istinto porta, non a ridurre l'angolo di sterzo, ma a chiudere il gas. Questo, per quanto detto poco sopra, causa il trasferimento di carico da posteriore ad anteriore, facendo ulteriormente perdere aderenza alle gomme posteriori.
A questo punto l'unica manovra correttiva attuabile e' quella di riprendere il gas e controsterzare, con la trazione anteriore, ma capite che e' tutt'altro che intuitiva e alla portata di un guidatore molto smaliziato. Per la trazione posteriore la manovra e' ancora piu' difficile, in quanto la ripresa del gas porterebbe ad un'ulteriore perdita di aderenza.
Sottointeso che frenare, in queste condizioni sarebbe come gettare benzina sul fuoco. La frenata va gestita con parsimonia e solo quando l'auto ha ripreso un minimo di aderenza.
Insomma, un gran casino.

Concludendo, la scelta di Jason non e' del tutto disprezzabile. Anzi.
Dal punto di vista economico porta sicuramente ad un cambio gomme piu' ravvicinato, ma dal punto di vista della sicurezza e' molto sensata.
L'ideale comunque e' non viaggiare mai con le gomme molto consumate, questo e' ovvio, e nemmeno molto vecchie, perche' induriscono e non tengono piu', anche se di battistrada ce n'e' ancora.

P.s. oggi ho fatto anch'io l'equilibratura. Incredibile quanto beneficio porti! :)
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto Basso