1. Ciao, se sei un appassionato di manutenzione auto e ti piace sporcarti le mani unisciti alla nostra community!
    (oltre alla registrazione è richiesta anche una breve presentazione)

    Chiudi
  2. Ti ricordiamo che i contenuti presenti su questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali e devono quindi essere presi come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite altri canali, prima di eseguire qualsivoglia procedura e/o di rivolgerti ad un professionista del mestiere!

    Chiudi

Sistema Multi-air Fiat

Discussione in 'Teoria e Tecnica dell'automobile' iniziata da samuele, 7 Marzo 2014.

  1. samuele

    samuele Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Messaggi:
    8.122
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.480
    Auto:
    Fiat punto 1.2 16v -01- / Fiat Punto 1.2 16v -99-
    SISTEMA FIAT-LANCIA-ALFA ROMEO MULTIAIR

    La tecnologia Multiair prevede di gestire l’erogazione di coppia e potenza, da parte del motore, senza la diretta utilizzazione del corpo sfarfallato, bensì variando il profilo di alzata delle valvole di aspirazione .
    Le principali caratteristiche della sua attuale applicazione ( 1.4 16v 105cv / 135 cv / 170 cv )
    • Albero a camme unico
    • Punterie di scarico tradizionali, benché idrauliche
    • Punterie di aspirazione integrate nel modulo multiair
    • Utilizzo del depressore servofreno ( come per motore Diesel )
    Tecnologie Multiair caratteristiche e vantaggi

    Le peculiari caratteristiche del sistema multiair consentono, rispetto ad un motore tradizionale un miglior controllo della combustione ed una superiore rapidità di attuazione delle richieste di coppia, ambedue spendibili e disponibili PMS per PMS.

    aencrypted_tbn2_gstatic_com_images_3c286655d5f1243d954871b2bb0b49ca._.jpg

    Cioè si traduce in vantaggi tangibili in termini di:
    • Minor consumo di carburante
    • Riduzione delle emissioni di c02
    • Sensazione di maggiore prontezza di guida
    • Minor inquinamento ( euro 6 +)
    • Facilità avviamento
    Il sistema Multiair è costruito da un componente meccanico idraulico, integrato all’interno del motore Fire Multiair, e da un insieme di componenti elettronici. Hardware e Software, integrati nella centralina motore per la gestione del moto delle valvole di aspirazione motore.

    Il sistema Multiair consente di controllare, ad ogni ciclo motore, la quantità di aria fresca immessa in ciascun cilindro per mezzo della opportuna gestione del moto delle valvole di aspirazione.
    In questo modo, il fluido operante del motore può essere ricambiato senza ricorrere alla tradizionale laminazione sulla valvola a farfalla.
    L’attuatore Multiair è stato progettato al fine di ottenere una soluzione robusta ed un semplice layout motore, contendendo il più possibile le modifiche rispetto il motore di partenza.
    Si sono utilizzate le seguenti linee guida generali di progetto:
    • Utilizzo dell’olio motore standard come fluido attuatore delle valvole con l’introduzione di minime variazioni nel circuito olio motore.
    • Contenimento delle masse in movimento e ottimizzazione degli assorbenti meccanici
    • Minima dipendenza delle prestazioni attuatore della viscosità dell’olio
    • Progettazione del sistema Multiair per la vita intera del motore; non è prevista alcuna manutenzione del sistema.
    Per ridurre la complessità del sistema e contenere al massimo i costi è stata scelta l’architettura richiamata in figura. Le due valvole di aspirazione di ogni cilindro sono collegate da un’unica camera di alta pressione al pompante superiore. Il volume dell’olio delle camere di alta pressione è controllato da una sola elettrovalvola.

    Composizione:
    • Pompante superiore
    • Camera olio
    • Punteria
    • Forza molla
    • Valvole aspirazione
    • Freno idraulico
    • Accumulatore
    • Elettrovalvola
    • Moto Camma
    A tale scopo, la punteria idraulica di normale produzione è stata posizionata esternamente alla guida del pompante freno. In questo modo sono stati svincolati i due diametri e si può adottare un diametro del pompante freno minimo.
    Da notare che le eventuali differenze delle alzate delle valvole motore dello stesso cilindro dovute a sbilanciamenti entro le tolleranze delle forze delle molle valvola, non comportano problemi poiché caratteristica specifica del comando tandem idraulico è che alzata media delle due valvole sia costante e sempre assicurata. Cioè a livello motore assicura costanza di prestazioni in qualsiasi modalità di funzionamento.

    Architettura modulo Multiair
    • Pompa del vuoto
    • Coperchio modulo
    • Condotti candele
    • Modulo Multiair
    • Unico albero a camme
    • Supporto albero a camme
    • Testata M.Y 04
    • Connettore sensore NTC olio
    • Bobina
    • Albero a camme
    Componenti del sistema Multiair
    • Elettrovalvola
    • Freno idraulico
    • Pompante superiore
    • Accumulatore olio

    FONTE : Manuale officina 2013/2014 ufficiale Fiat Group ( FCA)
     
    A terzimiky e GDeltaG piace questo messaggio.
  1. Questo sito fa uso di cookies per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti (cookies tecnici), per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso e per mostrare banner pubblicitari o contenuti interattivi (cookies di terze parti). Puoi leggere i dettagli consultando la nostra cookie policy.
    Chiudi