• Ciao, se sei un appassionato di manutenzione auto e ti piace sporcarti le mani unisciti alla nostra community!
    (oltre alla registrazione è richiesta anche una breve presentazione)

  • Ti ricordiamo che i contenuti presenti su questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali e devono quindi essere presi come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite altri canali, prima di eseguire qualsivoglia procedura e/o di rivolgerti ad un professionista del mestiere!

Risolto Rivitalizzante motore xado 1 stage maximum

Dada

Utente Avanzato
Auto
Giulietta Qv, 1750 TBI, 2010, Alfa 156 1.6 T.S. '98 GPL,Renault R19 1.4e '93 GPL
#1
Ciao a tutti, qualcuno conosce, per esperienza diretta o quantomeno tramite qualcuno che lo abbia utilizzato, questo prodotto: Xado 1 stage maximum?
In teoria è un trattamento da aggiungere all'olio motore che dovrebbe formare un rivestimento metallico sulle parti più usurate. Tralasciando che ovviamente non può fare miracoli su un motore che abbia problemi seri, mi interessava sapere cosa ne pensate sul fatto che possare recuperare un po' di usura e in parte ridurre quella dei km successivi.
So che esistono altri prodotti del genere, come il Ceramic power liquid, ma questo mi è sembrato un po' più serio, pare che lo utilizzassero inizialmente sui motori militari russi per consentire la marcia anche in condizioni di scarsa o assente lubrificazione (per esempio dovuta a un guasto del sistema di lubrificazione causato un urto su terreno accedentato) per una cinquantina di km.
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
#2
Quale sarebbe l'obiettivo di usare questo additivo, dada?
 

Dada

Utente Avanzato
Auto
Giulietta Qv, 1750 TBI, 2010, Alfa 156 1.6 T.S. '98 GPL,Renault R19 1.4e '93 GPL
#3
Come dicevo nella domanda il prodotto promette di ridurre in parte l'usura presente sul motore e prevenire, sempre in parte, quella futura.
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
#4
Se qualcosa nel motore s'è consumato, nessun prodotto può riportarlo nelle condizioni precedenti all'usura.

Tutt'alpiù qualche modificatore d'attrito può tentare di dare maggiore scorrevolezza ad alcuni organi in movimento.... ma è comunque qualcosa di più, e che prima o poi verrà perso una volta che il modificatore d'attrito si sarà usurato o decomposto.

Un sigillante (qualcuno dichiara di esserlo) può tentare di fare un film ad alta viscosità in alcuni punti.
Un detergente può tentare di sciogliere lo sporco.
Un disperdente può tentare di mantenerlo sospeso nell'olio.

Ed in tal senso, qualche additivo specifico per la pulizia del circuito lubrificante può riportare in buone condizioni il motore stesso.

Però... se non hai specifici problemi che vuoi tentare di affrontare, al massimo ti consiglierei un detergente in modo tale da "sciacquare" a dovere il motore al prossimo cambio d'olio. E magari con i soldi risparmiati, di comprare un olio migliore ;)
 

Dada

Utente Avanzato
Auto
Giulietta Qv, 1750 TBI, 2010, Alfa 156 1.6 T.S. '98 GPL,Renault R19 1.4e '93 GPL
#5
Non ho necessità di usarlo io adesso, mi interessava solo capirne di più per curiosità personale su tutto quello che riguarda il mondo dei motori. Il flush lo effettuo già ogni 3-4 cambi olio, uso solo olio sintetico.
 

terzimiky

Moderatore
Membro dello Staff
Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Specializzato
Auto
Bravo 1.4 16v 2009 (192B2000) 90cv - Punto mk2b 1.2 8v 60cv - 2006
#6
la particolarità di questi additivi, è quella che funzionano da subito e bene, portando sensazioni "miracolose" nell'utilizzo del motore. Il problema però, è quello di vedere se dopo molti km non daranno "fastidi" particolari e per essere sicuri di questo, servono prove certe o testimonianze sincere da chi gli ha utilizzati.
Nel caso dello xado sopracitato è difficile dare pareri basandosi sul contenuto della msds, vista la fumosità della scheda e al limite si potrebbe pensare che alla base del cermet, vi sia nientemeno che una base di hBN (nitruro di boro esagonale) visto che il prodotto, promette una "ristrutturazione" dei metalli. La eventuale nitrurazione a caldo dei metalli mi pare di ricordare che sia possibile solo con l'hBN che vanta doti che altri antiattrito non possono avere.
Persino il Ceratec ha come base l'hBN (quindi non è da considerarsi inferiore) e al pari di xado o del bardahl, sono tutti prodotti nati per esigenze aereonautiche. Parlando del puro punto di vista della metallurgia, l'hBN è quanto di meglio possa servire per la preservazione dei metalli (in attesa di sapere se i nuovi prodotti dichiarati nanotecnologici, lo sono davvero) anche se, è un prodotto che può dare problemi alle candele dei motori a benzina. Mentre il ws2 (disolfuro di tungsteno) è quanto di meglio possa esserci come antiattrito puro (ma senza capacità ricostituenti) per le parti danneggiate. Il problema maggiore semmai, è quello di scoprire sulla propria pelle, che l'utilizzo di certi prodotti in kg.metraggi ampi, potrebbe causare problemi a filtri, sensori, turbine, moduli air, vvt e chi più ne ha più ne metta. Ecco perchè è meglio avere un riscontro da molti utilizzatori.
 

Dada

Utente Avanzato
Auto
Giulietta Qv, 1750 TBI, 2010, Alfa 156 1.6 T.S. '98 GPL,Renault R19 1.4e '93 GPL
#7
Grazie mille per la spiegazione, purtroppo ho cercato opinioni in rete di qualcuno che lo avesse usato e ne ho trovate poche, anche se tutte positive per il momento.
Sai qualcosa del Platinum Power Nanotech della Blue? Dovrebbe utilizzare le nanotecnologie a cui accennavi, e il produttore dichiara che contiene molecole molto piccole e quindi non in grado di intasare il filtro dell'olio.
In ogni caso secondo te i prodotti diciamo mettalloceramici possono andare in giro per il motore quando dopo parecchi km (dichiarano 100000 km) iniziano a staccarsi dalle superfici? Non dovrebbero a quel punto essere catturati dal filtro dell'olio se superano un certo diametro? Te lo chiedo perchè gli stessi produttori dichiarano che intorno ai 75.000 km il rivestimento inizia gradualmente a staccarsi ma non sarebbe comunque pericoloso perchè le particelle troppo grandi vengono bloccate dal filtro. Invece i produttori di nanotecnologici (es. Blue) affermano che i prodotti ceramici quando si staccano dalle superfici possono fare ogni genere di danno, attaccandosi a turbine e valvole; ovviamente cercano anche di tirare acqua al proprio mulino screditando gli altri prodotti, è difficile capire chi abbia ragione.
 

terzimiky

Moderatore
Membro dello Staff
Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Specializzato
Auto
Bravo 1.4 16v 2009 (192B2000) 90cv - Punto mk2b 1.2 8v 60cv - 2006
#8
a livello di validità del prodotto no, perchè non ho ancora trovato analisi di laboratorio o cicli di prova che vanno al limite dei 100k km di uso, oppure di prove su utilizzo con motori oltre i 100k km.
Posso al limite non dubitare della qualità dei prodotti della Blue, perchè sinora quelli che hanno utilizzato i vari prodotti e me ne hanno reso partecipe, sono rimasti soddisfatti; per l'antiattrito però non ho ancora avuto riscontri.
Per quanto riguarda il fatto che i cosidetti prodotti "ceramici" possano staccarsi, è forse dovuto al fatto che diversi prodotti hanno una formulazione ove la presenza di cloroparaffine può rilevarsi un arma a doppio taglio se quest'ultime cedono sotto i vapori dell'umidità e quindi potrebbero poi far staccare particolari che vanno nei posti sbagliati . Alcuni "miracolatori" di attrito avevano invece aggiunte di fosforo e quando questo schiattava, tendeva a stratificare, occludendo importanti passaggi di olio.
Personalmente se dovessi scegliere la strada degli antitattrito da aggiungere,preferirei appoggiarmi all'hBN o al ws2 in polvere per ora, pur sapendo, che le misure ottimali (tra i 60/90 nm) costano un cifrone mentre al limite, ci sono le più economiche misure da 0.5 micron, però meno efficaci delle precedenti.
Ma se cercassi un olio già pronto, la cui formulazione convive da decenni con un antiattrito riconosciuto tra i più tranquilli e affidabili, allora punterei senz'altro su bardahl.
 

Dada

Utente Avanzato
Auto
Giulietta Qv, 1750 TBI, 2010, Alfa 156 1.6 T.S. '98 GPL,Renault R19 1.4e '93 GPL
#9
Alla fine ho deciso di acquistare lo Xado 1 stage maximum, era troppa la curiosità di testarlo su un motore. Secondo le istruzioni il trattamento sul motore si completa in 1000-1500 km; io finora ne ho percorsi circa 350. L'ho provato sulla Renault 19 del '93 con 300000 km sul groppone, non aveva problemi di consumo olio, ma sicuramente con tutti quei km un po' di usura generale c'é; il risultato? Ha dell'incredibile: prima del trattamento percorrevo in città 12 km/l con il gpl; a 350 km dal trattamento il consumo medio è passato a 15,3 km/l, con gli stessi percorsi (lavorativi) e stesse andature. Ammetto che se me lo raccontasse qualcuno non ci crederei. Per chi fosse interessato vi terrò informato sugli sviluppi andando avanti con i km, come diceva @terzimiky bisogna valutare gli effetti almeno nel medio periodo, sperando che il prodotto non collassi e non dia problemi al motore, ma ho voluto comunque provare perchè quel motore (i vecchi cari Energy della Renault degli anni '90) è veramente un mulo e digerisce (di solito) quasi di tutto (sgrat sgrat :)
 

Dada

Utente Avanzato
Auto
Giulietta Qv, 1750 TBI, 2010, Alfa 156 1.6 T.S. '98 GPL,Renault R19 1.4e '93 GPL
#10
A distanza di quasi 10000 km posso solo confermare che i consumi del computer di bordo si sono assestati intorno ai 15 km/l (con il gpl), mentre prima del trattamento Xado viaggiavano sui 12 km/l (sempre col gpl), su percorsi lavorativi sempre molto simili.
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
#11
In quanto tempo sono stati fatti questi 10.000km?
 

Dada

Utente Avanzato
Auto
Giulietta Qv, 1750 TBI, 2010, Alfa 156 1.6 T.S. '98 GPL,Renault R19 1.4e '93 GPL
#12
Da quando avevo scritto il primo post, circa un anno
 
Auto
Ford focus mk3 2.0 115cv powershift 2011
#13
Io sto usato il PLATINUM POWER NANOTECHda circa 1500km, una volta messo dopo aver fatto un lavaggio interno piu ovviamente il cambio di filtro e olio, ho riscontrato un metto miglioramento di fluidita e silenziosita del motore, non ho riscontrato un miglioramento significante dei consumi, ma l'avviamento a freddo e decisamente migliorato rendendolo piu silenzioso e morbido. E da vedere nel lungo chilometraggio come si comporta
 
Alto Basso