• I contenuti presenti in questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali, condivise tra automobilisti, e devono quindi essere prese come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite altri canali, e di rivolgerti ad un professionista in caso di qualunque necessità!

Punto mk2 - Controllo e sostituzione fusibili

GDeltaG

Fondatore
Membro dello Staff
Youtuber
Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Punto 2012 Easy 1.2 8V 2013

In questo tutorial vi mostro come controllare o sostituire i fusibili su una Fiat Punto mk2. Come al solito il discorso è applicabile su molti altri veicoli anche se potrebbe variare la posizione delle scatole dei fusibili nonché la loro tipologia.

 
Ok.
Avete un indicazione di dove acquistare anche online i connettori che collegano il faro anteriore?
Dalle mie parti non si trovano più.
Grazie
 
ok grazie x l'indicazione.
Se qualcuno nel torinese sapesse se ci sono anche da qualche ricambista, preferirei. Stiamo uccidendo tutti con il benedetto online, al quale però contribuisco anch'io...
 
Ciao ,volevo chiedervi una informazione,i fusibili dovrebbero essere da 24 V ma ho letto che ne esistono a 48 V ,come si distinguono? Ciao grazie buona giornata
 
Di solito le specifiche sono stampigliate sul fusibile stesso
 
Maaa i fusibili non sono mica in Volts. Sono in Ampere
 
Ciao ,infatti io ho sempre guardato gli ampere ,ma poi ho sentito questa nuova e ho voluto un vostro parere ,io volt non ne ho mai visti ma dicono che quelli che usiamo noi sono per i 24 V...poi non so che dire
 
Che io sappia il voltaggio dell'impianto non centra!
 
Non esattamente...

Il fusibile ha una tenuta indicata in Ampere, ma i fusibili a lamella di solito sono tarati per i 32V nominali e per lavorare in un determinato range di temperature.
https://it.farnell.com/c/protezione...ori-per-fusibili/fusibili/fusibili-automotive
Tali fusibili possono quindi essere installati sia su auto che su camion, visto l'eccesso di voltaggio che hanno.

Poi ci sono altri prodotti in grado di tenere altre tensioni (i fusibili per impianti elettrici arrivano sino a 400V) ed altre temperature.
 
Ok ,grazie,sei troppo avanti....buona serata
 
Uso i motori di ricerca... semplicemente. E applico un po' di attenzione quando leggo.
 
Ciao ho cercato un po' anche io ma non ho avuto molto tempo e allora ho preferito confrontarmi...comunque grazie,buona giornata
 
Che io sappia la tensione che trovi riportata riguarda il livello di isolamento.
Il fusibile salta perché ha anche una piccolissima resistenza R che col passaggio di corrente I lo fa scaldare fino al punto di far sciogliere il sottile filo al suo interno.
Ora, siccome il calore è conseguenza dalla potenza dissipata P che è data dal prodotto I * V, facendo i conti viene che I è fisso ed è dato dagli ampere nominali del fusibile, V è la caduta di tensione sul fusibile che è data da I * R e perciò la potenza che è data da I^2 * R non dipende dalla tensione del circuito ma solo dagli ampere di corrente che scorre attraverso il fusibile.

Le caratteristiche che possono differire tra fusibili di pari ampere nominali dovrebbero riguardare, oltre alla forma, il tempo di intervento e la tensione massima sopportabile dal materiale isolante (es. Plastica, vetro, ceramica, ecc.)
 
Ciao,ma a livello automobilistico ,varia solo per la forma e gli ampere...
 
La questione della tensione dei fusibili non si è mai praticamente posta fino all'auto elettrica, in quanto i fusibili nel campo automobilistico sono abbastanza standardizzati e la tensione massima di un impianto elettrico di un veicolo era 24V DC.
Una volta che hai un fusibile del corretto amperaggio basta che hai un rating di tensione DC pari o superiore (anche di molto) alla tensione dell'impianto e sei a posto. La tensione viene in considerazione quando il fusibile si interrompe e ha a che fare con il fenomeno (che si vuole evitare) dell'arco elettrico.

Poi ci sarebbe anche il discorso AC DC, ma basta leggere le specifiche del fusibile.

Più complesso e secondo me non ancora standardizzato, il discorso per le auto elettriche dove le tensioni in gioco sono superiori.
 
Magari dico una stupidata, ma non dare per scontato che in una full electric non si ritrovino i classici magnetotermici già impiegati negli impianti elettrici civili ed industriali in bassa tensione (bassa tensione per gli elettrotecnici è fino a 500V)
 
Sono io a dare per scontato che NON saranno presenti su un'auto. Vibrazioni, umidità, cambi di temperatura...
Metteranno altri magnetotermici adatti all'impiego.
 
Indietro
Alto Basso