1. Ciao, se sei un appassionato di manutenzione auto e ti piace sporcarti le mani unisciti alla nostra community!
    (oltre alla registrazione è richiesta anche una breve presentazione)

    Chiudi
  2. Ti ricordiamo che i contenuti presenti su questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali e devono quindi essere presi come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite altri canali, prima di eseguire qualsivoglia procedura e/o di rivolgerti ad un professionista del mestiere!

    Chiudi

Punto mk2 - Acqua o liquido raffreddamento

Discussione in 'Liquidi / lubrificanti / additivi' iniziata da Seven90, 6 Marzo 2014.

  1. Seven90

    Seven90 Ospite

    Salve ragazzi ho un dubbio che mi attanaglia, circa un mesetto fa feci un piccolo incidente che mi danneggiò il radiatore, qualche giorno fa l'ho portato a riparare ed ora è tutto ok. Prima di andar via ho chiesto al radiatorista che liquido metterci ma lui mi ha detto di non mettere nessun liquido tranne che l'acqua, perché con qualche altro liquido si sarebbero scrostate tutte le tubature del circuito che comunque son vecchie.
    Voi mi dareste lo stesso consiglio?Prima dell'incidente il meccanico che mi rifece la testata mi disse di aver messo lui del liquido avendo dovuto svuotare il circuito e non mi sembra che mi abbia dato problemi.
     
  2. samuele

    samuele Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Messaggi:
    8.122
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.480
    Auto:
    Fiat punto 1.2 16v -01- / Fiat Punto 1.2 16v -99-
    Asollutamente no ! Nel radiatore non và mai messa solo l'acqua ma va messo il liquido apposito tipo il paraflù o similari
     
  3. Motoradders

    Motoradders Youtuber Autore di Tutorial

    Messaggi:
    2.901
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.039
    Auto:
    Fiat Seicento 1.1 8V MPI '02
    concordo con Samuele, anzi me li mangerei in un boccone quelli che mettono addirittura l' acqua del rubinetto :Rage:

    L' acqua tradizionale raffredda, ma non con la stessa attitudine di assorbire calore del tradizionale paraflù. La combinazione paraflù-acqua distillata consente di assorbire meglio il calore, il range di funzionamento del liquido sotto l' azione della temperatura si allarga e soprattutto non gela. L' acqua del rubinetto ( odio solo doverla pronunciare sta parola ) si gela appena tocca -1 °C. Alcuni paraflù hanno anche inibitori della ruggine, atti a proteggere il motore stesso.

    Secondo me dovresti pensare di usare il paraflù ( anche perché è raccomandato dal libretto uso e manutenzione ) e se si rompe una tubazione la cambi.
     
  4. Salva-Racing

    Salva-Racing Moderatore Membro dello Staff Youtuber Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Messaggi:
    13.063
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.929
    Home page:
    Auto:
    Peugeot 407 SW Exclusive 2.0 136 CV 2005 + Opel Agila 1.0 12V 2000
    Concordo con entrambi!
    Io ho sempre usato da 10 anni a questa parte solo ed esclusivamente Paraflu concentrato e lo diluisco con acqua demineralizzata.
    Di solito uso dosi 60% Paraflù e 40% acqua per stare più tranquilli inverno/estate
     
  5. GDeltaG

    GDeltaG Fondatore Membro dello Staff Autore di Tutorial

    Messaggi:
    4.027
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.977
    Home page:
    Auto:
    Punto 2012 Easy 1.2 8V 2013
  6. Simone97

    Simone97 Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Messaggi:
    633
    "Mi Piace" ricevuti:
    266
    Auto:
    Clio 1.8 16V 1993 - Grande Punto 1.4 Starjet Emotion 2007
    Ti riporto la mia esperienza diretta: per 3-4 anni ho usato acqua di rubinetto per l'impinato di raffreddamento e ho fottuto, nell'ordine: radiatorino abitacolo (normale sulle Punto mk1, quindi potrebbe non essere colpa dell'acqua), radiatore motore, ho macinato completamente la testata e la guarnizione, il tutto per non spendere 20€ di Paraflù.
     
  7. Seven90

    Seven90 Ospite

    Ragazzi come al solito siete grandi, in questi giorni provvedo a svuotare il tutto della odiosa acqua di rubinetto e ci metto la miscela. Un ultima domanda per voi è meglio de compro il paraflù concentrato e faccio io la miscela o prendo uno di quei prodotti già concentrati tipo questo
     
  8. Simone97

    Simone97 Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Messaggi:
    633
    "Mi Piace" ricevuti:
    266
    Auto:
    Clio 1.8 16V 1993 - Grande Punto 1.4 Starjet Emotion 2007
    Il meccanico mi disse che era meglio mettere il Paraflù concentrato e poi allungarselo da se con l'acqua distillata
     
  9. Seven90

    Seven90 Ospite

    e allora farò così.
     
  10. Motoradders

    Motoradders Youtuber Autore di Tutorial

    Messaggi:
    2.901
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.039
    Auto:
    Fiat Seicento 1.1 8V MPI '02
    Cambia poco comprarlo concentrato oppure già diluito, se non sei bravo a fare le proporzioni in maniera precisa allora ti consiglio quello pronto. Ad ogni modo, sconsiglio di mettere il paraflù concentrato, seguito dall' acqua distillata. Conviene mischiare bene gli elementi, affinché la miscela sia il più omogenea possibile, dopo versarla nel circuito di raffreddamento.

    Non sono cavolate, queste cose le dicono anche all' università, specie se si ha a che fare con composti, quali conglomerati cementizi.:)
     
    A Seven90 piace questo elemento.
  11. Salva-Racing

    Salva-Racing Moderatore Membro dello Staff Youtuber Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Messaggi:
    13.063
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.929
    Home page:
    Auto:
    Peugeot 407 SW Exclusive 2.0 136 CV 2005 + Opel Agila 1.0 12V 2000
    l'ideale è diluirlo in 2 bottiglie di plastica così si vedono bene le dosi che si mettono (almeno io faccio così) e poi metto tutto in un unica bottiglia che scechero per bene ed è pronto all'uso quando serve;)
     
  12. rox

    rox Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Messaggi:
    1.169
    "Mi Piace" ricevuti:
    279
    Auto:
    Panda EasyPower 1.2 8v 2009
    io uso arexons rolin fluid (concentrato) diluito con acqua distillata, ma ho letto su molti forum che il liquido diminuisce il potere di dispersione del calore, ma protegge dal congelamento e dal calcare. Molti usano solo acqua distillata senza additivarla
     
  13. Salva-Racing

    Salva-Racing Moderatore Membro dello Staff Youtuber Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Messaggi:
    13.063
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.929
    Home page:
    Auto:
    Peugeot 407 SW Exclusive 2.0 136 CV 2005 + Opel Agila 1.0 12V 2000
    E' un metodo che può andar bene solo in estate (anche se dubito)...In inverno l'acqua si congela.
    Poi il liquindo protegge anche il radiatore dal calore estivo quindi meglio metterlo...
     
  14. Motoradders

    Motoradders Youtuber Autore di Tutorial

    Messaggi:
    2.901
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.039
    Auto:
    Fiat Seicento 1.1 8V MPI '02
    Confermo che funziona. Non hai problemi di calcare e di ruggine, ma comunque non puoi evitare il fenomeno della cavitazione della pompa dell' acqua. Questo significa che con il tempo i depositi si vengono a creare a seguito del fenomeno. Anche se è improbabile, bisogna considerare che le tubazioni potrebbero indurirsi col tempo e i vari cicli di freddo - caldo - freddo, potrebbero asportare pezzi di gomma dal rivestimento interno. L' acqua distillata non ha problemi nel gestire il raffreddamento, ma non può niente contro i vari fenomeni come questi che ho scritto.

    In certi casi, se si ha un minimo di buonsenso, si capisce che non si può sempre risparmiare; ci sono dei momenti in cui bisogna spendere per non spendere ancora di più dopo. Comprare paraflù per tutelare il raffreddamento è uno di quei casi!:thumbsup:
     
  15. Bl4Ck^

    Bl4Ck^ Utente Avanzato Autore di Tutorial Specializzato

    Messaggi:
    3.615
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.636
    Auto:
    Mx-5 vspec 1.6 16v - 1991
    La pompa dell'acqua non va quasi mai in cavitazione... durerebbe 1 settimana la pompa e poi la cavitazione se mai hai avuto occasione di sentirla fa un rumore caratteristico simile a un frullatore che cerca di frullare ghiaia lol anche utilizzando solo acqua distillata, la prevalenza è bassissima, in aspirazione ha pochissime perdite di carico e la differenza di quota tra serbatoio e pompa è bassa... piuttosto che per il fenomeno della cavitazione, utilizzerei il paraflu per proteggere le parti in alluminio dall'ossidazione... e comunque in generale per prevenire eventuali cambiamenti di stato dell liquido refrigerante ;)
     
  16. rox

    rox Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Messaggi:
    1.169
    "Mi Piace" ricevuti:
    279
    Auto:
    Panda EasyPower 1.2 8v 2009
    Ragazzi io mi correggo, ho scritto distillata... chiedo scusa per l'errore, intendevo dire "demineralizzata" (mi era venuto il dubbio e sono sceso in deposito a controllare vicino alla tanica). Per chi utilizza la distillata rispetto alla demineralizzata, poco male, l'unica differenza è che la demineralizzata è priva (oltre del calcare) anche del calcio, e una differenza dal punto di vista chimico è che la distillata è più acida (dal punto di vista del ph) a differenza della demineralizzata, di conseguenza reagirebbe meno cn i metalli (la demineralizata).
     
  17. enzomaxxtro

    enzomaxxtro

    Messaggi:
    114
    "Mi Piace" ricevuti:
    20
    Auto:
    Fiat Punto 2 (188), 1.2 8v, 2002
    non ammazzatemi, anzi, ditemi se è buono o no che usi acqua piovana filtrata...dicono che sia distillata...

    Come liquido refrigerante io uso Arexons, ho comprato un fustone da 4L e seguendo i video di Delta l'ho usato (senza acqua perché già diluito) per il primo riempimento...poi per eventuali rabbocchi uso come detto sopra acqua piovana filtrata.

    Il liquido Arexons (chissà se è vero) sul retro indica che ammorbidisce le tracce di ruggine ed evita che si distacchino e creino falle...poi come valori di temperatura indica +121°C e -20°C
     
  18. rox

    rox Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Messaggi:
    1.169
    "Mi Piace" ricevuti:
    279
    Auto:
    Panda EasyPower 1.2 8v 2009
    mai sentita la storia dell'acqua piovana........ fai prima ad andare al centro commerciale che la tanica da 4 litri la trovi per 2€
     
  19. Motoradders

    Motoradders Youtuber Autore di Tutorial

    Messaggi:
    2.901
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.039
    Auto:
    Fiat Seicento 1.1 8V MPI '02
    quoto rox, insomma tanto vale che ci mettiate l' acqua distillata da 2€ che vendono anche all' eurospin!

    Attenzione: Ogni volta che si aggiunge acqua di qual si voglia tipo, anziché rabboccare con liquido refrigerante ( p.e. paraflù ) non si fa altro che diminuire la concentrazione di paraflù nel circuito, quindi la prestazione del liquido, globalmente ne risente fino a diventare, per quanto riguarda le caratteristiche fisiche, acqua di rubinetto!

    Sarebbe buona norma, rabboccare sempre con liquido refrigerante idoneo ( dello stesso tipo se possibile ), per idoneo intendo niente acqua piovana. Fiat raccomanda paraflù, ma diciamo che va bene anche arexons e altri, state solo attenti a controllare le etichette, perché il refrigerante cambia da tipo a tipo.

    Esempio: Se compro e riempio con Paraflù UP, non vado a rabboccare con Paraflù di colore blu che è meno prestazionale del rosso.:Stop:
     
  20. enzomaxxtro

    enzomaxxtro

    Messaggi:
    114
    "Mi Piace" ricevuti:
    20
    Auto:
    Fiat Punto 2 (188), 1.2 8v, 2002
    si si ne sono consapevole, parlo di piccoli rabbocchi, certo se sono continui nel tempo uso il liquido...per esempio la prima volta uso l'acqua, la seconda pure, la terza uso il liquido...mi segno tutta la piccola manutenzione dell'auto :)

    l'acqua piovana la utilizzo da poco...non so che effetti abbia, ma in un giorno di pioggia ho riempito la tanica da 4L e una bottiglia da 2L :D .....e addirittura dell'altra l'ho buttata non sapendo che farmene....devo solo capire se è paragonabile all'acqua demineralizzata o distillata che dir si voglia
     
  1. Questo sito fa uso di cookies per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti (cookies tecnici), per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso e per mostrare banner pubblicitari o contenuti interattivi (cookies di terze parti). Puoi leggere i dettagli consultando la nostra cookie policy.
    Chiudi