1. Ciao, se sei un appassionato di manutenzione auto e ti piace sporcarti le mani unisciti alla nostra community!
    (oltre alla registrazione è richiesta anche una breve presentazione)

    Chiudi
  2. Ti ricordiamo che i contenuti presenti su questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali e devono quindi essere presi come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite altri canali, prima di eseguire qualsivoglia procedura e/o di rivolgerti ad un professionista del mestiere!

    Chiudi

Macchina a idrogeno fai da te

Discussione in 'Elaborazioni auto' iniziata da GDeltaG, 28 Gennaio 2014.

  1. GDeltaG

    GDeltaG Fondatore Membro dello Staff Autore di Tutorial

    Messaggi:
    4.027
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.977
    Home page:
    Auto:
    Punto 2012 Easy 1.2 8V 2013
    Ciao ragazzi, inauguro questa sezione con una discussione che non so se si può definire elaborazione ma penso sia il posto più giusto (e così cominciamo a riempire la sezione ;))

    Non so se conoscete il canale Rulof87 su YouTube...è un ragazzo di Torino che studia e crea diversi progetti interessanti...in ogni caso nel suo ultimo video (che vedete sotto) ha costruito un sistema per risparmiare carburante utilizzando l'idrogeno...secondo me una buona idea (nella mia ignoranza) anche se è sicuramente da perfezionare...


    Voi cosa ne pensate? è una cosa fattibile? Quali rischi si potrebbero correre o a cosa potremmo andare incontro nel lungo periodo secondo voi?
     
  2. Evo1995

    Evo1995 Autore di Tutorial

    Messaggi:
    1.808
    "Mi Piace" ricevuti:
    594
    Auto:
    Alfa 147 1.9 JTDM 2006 , Audi A3 8P 2.0 TDI SportBack.
    Beh sicuramente qualcosa farà :
     
  3. GDeltaG

    GDeltaG Fondatore Membro dello Staff Autore di Tutorial

    Messaggi:
    4.027
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.977
    Home page:
    Auto:
    Punto 2012 Easy 1.2 8V 2013
    molto più professionale quest'ultimo impianto...allora è una cosa risaputa...io non ero a conoscenza di questa possibilità onestamente...
     
  4. Evo1995

    Evo1995 Autore di Tutorial

    Messaggi:
    1.808
    "Mi Piace" ricevuti:
    594
    Auto:
    Alfa 147 1.9 JTDM 2006 , Audi A3 8P 2.0 TDI SportBack.
    Io non so se è una cosa buona oppure no andrebbe provata chi fa da cavia xD??
     
  5. fuinotto

    fuinotto Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Messaggi:
    178
    "Mi Piace" ricevuti:
    92
    Auto:
    Mazda 3 BL (2009) 1.6 MZ-CD 16V 109CV
    Io un po' di tempo fa non so come ero capitato qua:
    http://www.ingannati.it/2012/07/14/io-ce-lhho-lauto-ad-acqua-parte-prima/

    Secondo quello che dicono, in pratica i gas di in uscita da quella cella elettrolitica dovrebbero aumentare il numero ottanico della miscela, permettendo di smagrirla. Poi ci aggiungono un chip per modificare il segnale della lambda e sistemare la carburazione

    Qui un altra campana
    http://www.queryonline.it/2013/03/20/hho-generator-ennesima-bufala-o-funziona-davvero/

    Bisognerebbe fare dei test precisi
     
  6. Evo1995

    Evo1995 Autore di Tutorial

    Messaggi:
    1.808
    "Mi Piace" ricevuti:
    594
    Auto:
    Alfa 147 1.9 JTDM 2006 , Audi A3 8P 2.0 TDI SportBack.
    secondo me si arrugginisce il tutto cilindri e pistoni con il tempo LOL.. !!
     
    A 6mrk9 piace questo elemento.
  7. GDeltaG

    GDeltaG Fondatore Membro dello Staff Autore di Tutorial

    Messaggi:
    4.027
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.977
    Home page:
    Auto:
    Punto 2012 Easy 1.2 8V 2013
    ho letto le pagine che hai linkato e i molti commenti a riguardo e si evince quanto in realtà non sia poi così efficiente come sistema nel senso che il risparmio di benzina alla fine è relativamente basso se non più alto in alcuni casi...peccato :cry:
     
  8. samuele

    samuele Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Messaggi:
    8.122
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.480
    Auto:
    Fiat punto 1.2 16v -01- / Fiat Punto 1.2 16v -99-
    Per non è che sia una cosa buona però l'unico modo per scoprirlo è provarlo su qualche macchina :thumbsup:
     
  9. Bl4Ck^

    Bl4Ck^ Utente Avanzato Autore di Tutorial Specializzato

    Messaggi:
    3.615
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.636
    Auto:
    Mx-5 vspec 1.6 16v - 1991
    boh, io di auto ad idrogeno ne so poco e niente dovrei mettermi a studiare un po' di chimica, e ho già tanta roba da studiare specialmente inq uesto periodo lol anche se vi confesso che mi piacerebbe approfondire. Posso dirvi però che ho studiato un po' i sistemi d'iniezione ad acqua, utilizzatisimi negli aerei nella seconda guerra mondiale, soprattutto nella fase di decollo per avere un po' di potenza in più, e vi assicuro che funziona. Aumenta il potere antidetonante e rafredda tanto la miscela aria benzina, oltre che aumentare leggermente la pressione in camera di scoppio (quindi potenza in più), infatti in futuro penso proprio di montarlo specialmente per tenere sotto controllo le temperature dei gas di scarico che su un turbo sono uno dei fattori limitanti :D
     
  10. samuele

    samuele Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Messaggi:
    8.122
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.480
    Auto:
    Fiat punto 1.2 16v -01- / Fiat Punto 1.2 16v -99-
    Io all ' esame a scuola come tesina ho fatto le auto a idrogeno e devo dire che quel poco che mi ricordo ha tanti pro ma anche tanti contro questo sistema ! Su una macchina normale come le nostre
     
  11. Bl4Ck^

    Bl4Ck^ Utente Avanzato Autore di Tutorial Specializzato

    Messaggi:
    3.615
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.636
    Auto:
    Mx-5 vspec 1.6 16v - 1991
    allora siccome mi son incuriosito lol ci sono diverse cose che non tornano, allora il numero di ottani che aumenta NON porta a un aumento della potenza, ne a una riduzione dei consumi. Secondo me si tratta di banale effetto placebo, la centralina non si adatta e continua a mandare la stessa identica quantità di benzina, ne varia anticipi e robe del genere. Per verificare seriamente servirebbe una centralina programmabile e strumentazione adatta. Se posso permettermi un analisi dal basso delle mie conoscenze penso che più l'idrogeno possa fare qualcosa l'ossigeno, in modo da poter bruciare tutto il combustibile presente in camera massimizando così il rendimento utile (viene sprecato il minor carburante possibile) in quanto l'abbondanza di ossigeno permette alla benzina di bruciare nel modo più completo possibile.
     
  12. fuinotto

    fuinotto Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Messaggi:
    178
    "Mi Piace" ricevuti:
    92
    Auto:
    Mazda 3 BL (2009) 1.6 MZ-CD 16V 109CV
    Allora l'iniezione d'acqua di cui parlava black è differente da questa ed è una tecnica collaudata da tempo (specie nella seconda guerra mondiale appunto, dove la usavano come boost sugli aerei da caccia o per aumentare la quota raggiungibile). In pratica degli ugelli iniettano acqua nebulizzata nella miscela e la raffreddano (stesso effetto dell'intercooler). Se fredda è più densa e quindi ne entra di più (in peso) in camera di combustione. Poi quando brucia si recupera anche parte del calore che andrebbe perso agli scarichi attraverso l'evaporazione (quindi si aumenta ulteriormente la pressione in camera) e la turbina resta un pelo più fresca.

    Per quest'altro dispositivo nei filmati bisogna intanto dire che il gas in uscita dalla cella non è idrogeno ma è una miscela di idrogeno e ossigeno (detto gas di brown, i due gas si formano ai differenti elettrodi)
    • catodo: 2H+ + 2e- → H2
    • anodo: 2OH- → ½ O2 + H2O + 2e-
    Poi i gas però non vengono separati quindi in generale 2 H2O + energia = 2 H2 + O2
    Si è usata in passato per fare dei cannelli per saldatura a ossidrogeno. Un appunto è il fatto che l'elettrolisi è un processo molto inefficiente, consuma tantissimo per quel che produce.

    Fin qui la cosa è chiara, poi però da quando questo gas viene immesso in camera di combustione cosa succede è un po' un incognita, perchè se brucia e basta (2 H2 + O2 + scintilla(energia) = 2 H2O + energia) si è già sicuri che il giochino non funziona. L'energia richiesta per l'elettrolisi è molto maggiore di quella che si recupera dalla reazione

    Quello che probabilmente hanno sperimentato i signori che l'hanno provato (a meno di a me sconosciute altre dinamiche) è stato un inganno dei sistemi di riduzione delle emissioni (sonda lambda su tutte) che fa smagrire la miscela. Infatti le nostre centraline cercano di mantenere un rapporto stechiometrico di aria/benzina che è un compromesso tra potenza, consumi e sopratutto emissioni.
    Infatti senza le care norme EURO (giustissime per carità) avremmo motori meno assetati e più brillanti

    Quindi può essere benissimo che con questo sistema si consumi meno, ma bisognerebbe come dicevo testare in modo serio e approfondito tutti i parametri (consumo, potenza, emissioni, effetti sul motore, ecc ce ne sono un infinità).
    Se non ne è uscita già qualche casa automobilistica, visto la concorrenza spietata, mi sorge sempre il dubbio.

    L'auto a idrogeno, che accennava samuele è un'altra cosa ancora e ci vorrebbe un discorso a parte anche per questa, ma mi sto già dilungando troppo e poi non legge più nessuno :p
     
    A marcoasador, GDeltaG e Bl4Ck^ piace questo elemento.
  13. Bl4Ck^

    Bl4Ck^ Utente Avanzato Autore di Tutorial Specializzato

    Messaggi:
    3.615
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.636
    Auto:
    Mx-5 vspec 1.6 16v - 1991
    io leggo sempre con piacere se è un argomento interessante, non mi spaventano i romanzi :D se no poi come faccio a imparare?! secondo me comunque senza controlli elettronici che agiscono su carburazione ed anticipi non si ottiene nulla come dice fuinotto, secondo me per risparmiare si potrebbe usare il gpl ;) con degli impianti studiati ad hoc per esempio quelli ad iniezione diretta che sono completamente monofuel ;)
     
    A fuinotto piace questo elemento.
  14. sandroracing

    sandroracing

    Messaggi:
    68
    "Mi Piace" ricevuti:
    18
    qui l'unica cosa certa è che se disgraziamente succede qualcosa l'assicurazione non paga ;)
     
    A 6mrk9 e Evo1995 piace questo messaggio.
  15. Evo1995

    Evo1995 Autore di Tutorial

    Messaggi:
    1.808
    "Mi Piace" ricevuti:
    594
    Auto:
    Alfa 147 1.9 JTDM 2006 , Audi A3 8P 2.0 TDI SportBack.
    E poi nessuno ti garantisce che vada bene... alla fine buchi tante marmitte :D
     
  16. 6mrk9

    6mrk9

    Messaggi:
    16
    "Mi Piace" ricevuti:
    4
    sinceramente tenere quella bomba elettorlitica dentro al cofano non è che mi ispiri molto...
    si è tenuto conto del ritorno dal filtro dell aria?
     
  17. Motoradders

    Motoradders Youtuber Autore di Tutorial

    Messaggi:
    2.901
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.039
    Auto:
    Fiat Seicento 1.1 8V MPI '02
    Caspita ragazzi, non mi ero mai accorto di questa discussione. Se l' avrei vista, avrei dato la mia opinione da subito!

    Sono appassionato di questi sistemi alternativi, li guardo e ne leggo da tempo, ma per quanto riguarda quello che dice Rulof e quello che dice quell' altro signore nell' altro video è tutto sbagliato. Black ha ragione, è un placebo oltre ad essere un falso sistema alternativo. Il risparmio e l' inquinamento viene modificato in maniera infinitesimale.

    Premessa: La molecola dell' idrogeno è molto piccola, difficile da conservare perché si infila in tutti gli spazi angusti, comprese filettature e via dicendo.
    Non bisogna sottovalutare il potere dell' idrogeno. Tempo fa leggevo che l' idrogeno a pari quantità con la benzina ha da 11 a 12 volte la potenza termica della benzina. Quando l' idrogeno brucia, si combina con l' ossigeno formando una reazione fisica che lo riporta ad acqua. Quello che tutti non sanno, è che l' energia generata dalla combustione è violentissima, infatti, la rapidità con cui brucia l' idrogeno è talmente elevata che tende ad esplodere anziché bruciare. Queste caratteristiche rendono l' idrogeno il combustibile preferito dai piromani della NASA :D Se tanto ci tenete a sapere come brucia l' idrogeno guardate la clip del lancio dello Shuttle, e osservate le fiamme dei motori centrali...

    Le falle nel sistema: Il motore riceve benzina da bruciare. La benzina può essere vista come una fonte di energia, cioè energia potenziale, che aspetta di essere usata. Quando viene bruciata, una parte dell' energia potenziale della benzina si trasforma in movimento, circa il 25%, il resto in calore.
    Il calore non può essere recuperato, pertanto è energia dispersa, sprecata!

    Nel video di Rulof, collega il suo congegno alla batteria, che a sua volta preleva energia dall' alternatore quando il motore gira. Di circa quel 25% di energia convertita in movimento di cui dicevo sopra, una parte viene trasformata in energia elettrica, per cui alle ruote arriva ancora meno energia di movimento, un valore sicuramente < 25%.

    Insomma, il congegno produce il suo mix idrogeno-ossigeno, che lo reimmette nel motore. Ad un primo sguardo è semplice, ho preso una parte di quel 25% di energia di movimento e l' ho trasformata in nuovo carburante da bruciare, ottimo!
    In realtà, una "bastardissima" legge della fisica, precisamente il secondo principio della termodinamica, dice che tutta l' energia, di movimento, potenziale, idrica, nucleare e via dicendo può essere trasformata in calore, ma non tutto il calore può essere riconvertito in energia. Questo significa che la benzina può essere trasformata tutta in calore, ma non tutto il calore liberato può essere riutilizzato per riprodurre la stessa quantità di benzina bruciata, inteso come recupero ipotetico di energia.

    In parole povere, solo circa 1/4 dell' energia convertita in movimento, non basterà mai a farmi riottenere il 100% dell' energia iniziale della benzina, per cui anche generando idrogeno, non posso sperare di risparmiare carburante, semplicemente perché non basta e vi dirò di più; generando idrogeno, prelevate altra energia di movimento dal motore, che a sua volta richiede altra benzina dal serbatoio per convertire l' acqua in idrogeno.

    Il risparmio esisterà soltanto quando si riuscirà a convertire il calore dissipato dal raffreddamento, energia sprecata, e a convertirla in idrogeno!

    L' abbassamento del regime di rotazione è solo dovuto al fatto che il cilindro riceve una miscela più ricca di carburante e con una concentrazione più alta di ossigeno, ma a conti fatti, questo migliore apporto di miscela, in arrivo al motore, gli costa di più che bruciare solo benzina in condizioni normali!

    Piuttosto spegnete la macchina ai semafori e impiegate in sicurezza, le tecniche di risparmio carburante che sono presenti in ogni dove su internet e anche sul forum!
     
    A nepal3 e GDeltaG piace questo messaggio.
  18. Bl4Ck^

    Bl4Ck^ Utente Avanzato Autore di Tutorial Specializzato

    Messaggi:
    3.615
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.636
    Auto:
    Mx-5 vspec 1.6 16v - 1991
    Esatto per sfatare il mito basta fare un banale bilancio energetico del motore...
     
    A Motoradders piace questo elemento.
  19. Motoradders

    Motoradders Youtuber Autore di Tutorial

    Messaggi:
    2.901
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.039
    Auto:
    Fiat Seicento 1.1 8V MPI '02
    Giusto per la cronaca:

    se io mi faccio un impianto a casa di mia nonna, per convertire l' acqua in idrogeno, e stivarlo nelle bombole, sicurezza a parte, quello è un risparmio!

    Mia nonna paga l' elettricità, quindi io produco gratuitamente idrogeno, che poi vado ad immettere nel motore. Al motore non devo chiedere alcun tipo di energia, perché l' idrogeno è già disponibile, in quel caso devo solo bruciarlo, risparmiando seriamente e in quantità modesta la benzina.

    In quel caso la disponibilità di idrogeno è talmente elevata che ipoteticamente, il motore potrebbe andare ad idrogeno come fosse una macchina a metano, con l' unica differenza, che l' idrogeno essendo più potente della benzina, nei limiti di tenuta, mi garantisce prestazioni maggiori della tradizionale benzina. Così sì che c'è il risparmio!

    Non so se sono riuscito a farvi entrare nell' ottica giusta...
     
  20. Alex-94

    Alex-94

    Messaggi:
    11
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Auto:
    FIAT Bravo 1.4 12v SX 1998
  1. Questo sito fa uso di cookies per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti (cookies tecnici), per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso e per mostrare banner pubblicitari o contenuti interattivi (cookies di terze parti). Puoi leggere i dettagli consultando la nostra cookie policy.
    Chiudi