• I contenuti presenti in questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali, condivise tra automobilisti, e devono quindi essere prese come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite canali ufficiali per esempio, e/o di rivolgerti ad un professionista del mestiere in caso di qualunque necessità!

Lancia y 1.2 8v 1998 - Minimo instabile a freddo

buonsm

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Punto 188FL 1.2 8v 60cv 3p Actual (2005) - Peugeot 107 1.0 12v 3p Plaisir (2007)
Quando tengo premuto i pulsanti degli alzacristalli, i giri se ne scendono, se ne rialzano appena mollo i pulsanti, anche quando giro il manubrio che ha il servosterzo meccanico fa lo stesso
Francamente non ci vedo niente di strano in questo comportamento, a maggior ragione visto che hai il servosterzo idraulico.
 
Auto
Lancia Y 1.2 8v 60cv 1998
Quindi per te è normale? Anche quando premo il freno fa la stessa cosa, lo rilascio e si alzano di nuovo.
 

buonsm

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Punto 188FL 1.2 8v 60cv 3p Actual (2005) - Peugeot 107 1.0 12v 3p Plaisir (2007)
Direi di si, almeno su macchine coeve alla tua (...ed entro certi limiti ovviamente)
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
Io invece non concordo...
Un lieve e corto abbassamento di giri per servosterzo, consumo energetico e pressione freno ci stanno. Ma se tendono ad aumentare con il tempo in durata ed in giri in quanto...
  • il servofreno è sempre meno "ermetico" e di conseguenza chiede al motore più vuoto per operare... il quale può trovarsi in deficit di compressione o in problemi di tenuta sia sulla membrana del servofreno che sul tubo di connessione da collettore a dispositivo sul cilindro maestro
  • l'alternatore perde di efficienza, abbassando la "riserva" di potenza disponibile in amperaggio, e quindi aumentando quella punta di troppo lo sforzo necessario per farlo girare
  • la cinghia servizi perde la sua elasticità e compattezza, per poi non essere assecondata a sufficienza dal tendicinghia. E magari le pulegge dove gira sono sporche, o con i parastrappi stanchi
  • la pompa servosterzo ha meno potenza di compressione, quindi chiede ancora più giri al motore per portare in pressione il fluido. Che ovviamente s'è esaurito e sporcato nel tempo...
Queste sono le cause, ora parliamo di possibili soluzioni, anche perchè è impossibile stabilire a prescindere quale sia la parte di questi meccanismi, connessi al motore, che succhia più energia del lecito.
Purtroppo le soluzioni di questo tipo sono dispendiose come ricambi, come tempo, e non certamente risolutive. Ergo sono delle "combo" che diventano assai poco attraenti su un'auto che tira ad avere più di quattro lustri sul collo...

Cominciamo dalle due più "economiche" e potenzialmente significative...
Sul servosterzo è possibile aspirare il vecchio fluido, inserirne del nuovo ed avviare una rimozione di sporco da tutto il circuito. L'operazione costa circa il doppio del circuito del servosterzo, tempo, un siringone in grado di aspirare fluidi dal serbatoio, più un contenitore dove raccogliere la sozzura. Riempi la siringa del vecchio, svuota nel contenitore del recupero, porta a livello con il nuovo. Gira qualche giorno. Ripeti per due/tre volte.
Il colore del fluido che metterai nella bottiglia dove raccogli quello esausto pian piano si schiarirà...

La cinghia servizi è una gran rottura di nocciole da cambiare. Perchè lo spazio è esiguo, ma in ogni caso, se ne aprofitti per cambiare il tendicinghia servizi, sarà un po' più facile montare la cinghia. E magari, con un po' di detergente freni, è possibile rimuovere dalle gole delle pulegge i residui di sporco e cinghia mangiucchiata. Se poi ti venisse in mano (per caso, eh?) il bloccapuleggia per fare la distribuzione, magari riesci a sostituire la puleggia (spesso con parastrappi) montata sul motore.
Però è già meno a buon mercato... si tratta di spendere quasi 100 euro tra cinghia, tendicinghia, puleggia, con quest'ultima che da sola potrebbe essere portata a quasi 60 euro. Non noccioline.

Veniamo allo scassatensioni... L'alternatore. In un'auto così vecchia, magari con pazienza, ricerche e un po' di attenzione, è possibile trovare i ricambi per carboncini di connessione con l'asse con contatti, nuovi cuscinetti, una puleggia a prezzo interessante. Più costoso è trovare il regolatore di tensione, ma già smontando e ripulendo tutto l'assemblato potresti notare differenze sensibili.
Oppure abbattere tempi di lavoro e costi, comprando un alternatore rigenerato. A te la scelta... magari costa meno.

E sull'impianto frenante mi fermo. Ho fatto ipotesi, ma non so esattamente come intervenire in modo sicuro ed efficace sul servofreno. Quindi non ti proporrò ipotesi, perchè non ho mai messo le mani su queste parti.
 
Auto
Lancia Y 1.2 8v 60cv 1998
@Pike Sulla mia so cambiare cinghia servizi, so fare anche la distribuzione, però per ora non mi interessa fare questi lavori perché per la distribuzione se ne parla dopo i 220.000km, poi non posso spendere ora tutti questi soldi, l'auto comunque è già da un anno che si comporta così ma comunque va bene, solo quando viene l'inverno porta quel minimo basso a freddo che però dura solo 1 minuto e poi si regolarizza, ma a me non crea problemi, quando è freddo il motore basta che accelero leggermente per partire anziché alzare solo la frizione e si risolve subito quel minimo basso, perché appunto è solo per 1 minuto, ormai so regolare la partenza e mi sono abituato.
Alla fine volevo solo sapere una possibile causa, ma per ora non farò lavori, è un difetto che non si nota neanche quasi.
 
Auto
Lancia Y 1.2 8v 60cv 1998
Sono arrivato a pensare ad un'unica conclusione:
Siccome il problema lo ha solo a temperatura esterna fredda ( ridetto circa 20 volte in questa discussione), molto probabilmente è un sensore.
Il problema è che non so quale sensore possa essere, forse quello di pressione dell'aria, ma non vedo alcun tutorial sul fire 8v, ho visto solo quello di motoradders ma è diverso.
 
Auto
Lancia Y 1.2 8v 60cv 1998
Ragazzi, ma lo svitol può essere spruzzato su contatti elettrici? Tipo i sensori.
Il difetto continua a presentarsi anche dopo aver cambiato la batteria, io credo che sia o un sensore o l'alternatore che per i primi 2 minuti non riesce a trasmettere l'energia necessaria per mantenere l'auto a 800 giri e quindi la fa stare 500 giri, poi passano i 2 minuti e riesce a trasmettere bene.
 
Auto
Lancia Y 1.2 8v 60cv 1998
Ho spruzzato lo svitol staccando questo tubicino, c'era un sensore e l'ho spruzzato sulla punta del sensore e ho fatto gocciolare, mi sembra sia il sensore di pressione aria? Come disse @Gianlucamarz
P_20190202_124924_vHDR_On.jpg

Poi ci sono questi altri sensori che non conosco eccetto il motorino del minimo nella 2 foto:
P_20190202_130116_vHDR_On.jpg

Motorino del minimo:

P_20190202_130104_vHDR_On.jpg


Qui invece disse @Piccions93 che c'era un sensore che poteva essere la causa del minimo basso:
P_20190202_130129_vHDR_On.jpg
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
Dopo questi interventi è cambiato qualcosa nel minimo?
 

superfede

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Honda Jazz 1.3 Elegance Navi 2017. Moto Honda Deauville 650 2000
Come non si deve usare un cacciavite per serrare un bullone da 17 ma l'apposita chiave, per i contatti elettrici va usato lo spray per contatti elettrici, non lo sbloccante lubrificante. La stessa Svitol ha a catalogo lo Svitol per contatti, che non è quello per sbloccare bulloni arrugginiti.
Lo spray per contatti è di base un solvente che evapora immediatamente non lasciando residui conduttivi, serve a sciogliere grassi, ossidazioni superficiali e sporcizia lasciando tutto asciutto, mentre il WD40 fa il contrario, lascia una patina oleosa lubrificante che magari sulle prime darà benefici ma alla lunga favorirà l'accumulo di sporcizia.
Guai ad usare il WD40 sulle pipette o in generale sulla parte ad alta tensione, proprio quel lubrificante residuo è ottimo per provocare dispersioni, da liquido ma soprattutto carbonizzato dall'alta temperatura.
 

Duker

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Polo 1.4 16v 2003
Non so se abbiano cambiato formula ultimamente, ma io ho lo svitol per contatti ma non asciuga da solo, la cosa fondamentale è però che e dielettrico fino a 72000v quindi non conduce, non crea archi e non crea cortocircuiti. Ad ogni modo lo avevo usato per pulire i poli della batteria dallo sporco e li tira come nuovi.
 

superfede

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Honda Jazz 1.3 Elegance Navi 2017. Moto Honda Deauville 650 2000
Sì. Prendete con le pinze quel 72000v... lo sarà in condizioni ideali, e un vano motore è tutto fuorchè un luogo ideale, quindi evitate di metter quella roba anche nei circuiti ad alta tensione: i contatti elettrici candela-pipetta-bobina ed i loro prossimi dintorni devono esser PULITI e sgrassati, questo proprio per evitare che si creino degli archi voltaici che "camminano" sopra il velo di unto, di sporcizia o di residuo di questi spray.
 
Auto
Lancia Y 1.2 8v 60cv 1998
Ragazzi, comunque non voglio già dire risolto, ma stasera avviando l'auto ed accendendo anche i fari, i giri erano ad 800 anziché 500, se domani mattina è di nuovo così allora era quel sensore e se lo svitol mi ha risolto il problema creerò una statua d'oro con la scritta "SAN SVITOL" LOL
Messaggio doppio unito:

Quello che ho pulito è proprio il sensore di pressione e se date un'occhiata a questa lettura vedrete che serve proprio per dare il giusto rapporto stechiometrico (aria/combustibile) per un'ottima combustione ed i sintomi sono proprio minimo irregolare ed un'iniezione non equilibrata:
Screenshot_20190202-210520.jpg

Screenshot_20190202-210942.jpg
 
Ultima modifica:

superfede

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Honda Jazz 1.3 Elegance Navi 2017. Moto Honda Deauville 650 2000
Beh visto che hai spruzzato Svitol come il glit in salotto, non si saprà mai dove stesse il problema...
Messaggio doppio unito:

Il pistolino rosso sotto alla corona nera è il sensore di temperatura aria, il MAP (sensore di pressione collettore) l'hai già identificato, gli altri due non capisco se siano motorino del minimo o sensore di posizione farfalla...
Sul tubicino che collega il MAP al collettore di aspirazione (o al corpo farfallato a valle della farfalla) non è male mettere un qualche filtrino ad alta permeabilità (anche costruendoselo) per far in modo che i vapori d'olio si fermino lì e non finiscano dentro al sensore. Sulla vecchia 500ie con impianto molto simile inizialmente non veniva montato (e infatti cambiavo un MAP a biennio...), poi ho visto che avevano aggiunto qualcosa..
 
Ultima modifica:
Auto
Lancia Y 1.2 8v 60cv 1998
Si però lo svitol l'ho spruzzato nel senso vero e proprio solo sul sensore della pressione dell'aria, dove ho staccato il tubicino, gli altri invece ho solo dato una pulita senza staccare alcun connettore, per cui se anche domani mattina non si mostra il problema, era sicuramente il sensore pressione, visto che da proprio i sintomi che sta dando a me da molti mesi.
Domani mattina aggiornerò.
 

superfede

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Honda Jazz 1.3 Elegance Navi 2017. Moto Honda Deauville 650 2000
Sul MAP dove hai spruzzato? Contatti elettrici dopo aver tolto il connettore? Dentro al beccuccio?
 
Auto
Lancia Y 1.2 8v 60cv 1998
Dentro al beccuccio che si collega con il tubicino, e prima di fare questa pulizia avevo avviato l'auto ed aveva i giri a 500, dopo averla avviata dopo lo spruzzo il minimo era regolare, stessa cosa oggi e stasera, mi resta solo domani mattina.
 
Alto Basso