1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.
  2. Ciao, se sei un appassionato di manutenzione auto e ti piace sporcarti le mani unisciti alla nostra community!
    (oltre alla registrazione è richiesta anche una breve presentazione)

    Chiudi
  3. Ti ricordiamo che i contenuti presenti su questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali e devono quindi essere prese come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite altri canali, prima di eseguire qualsivoglia procedura e/o di rivolgerti ad un professionista del mestiere!

    Chiudi

Il motore Fiat "brasiliano" (1050 e derivati)

Discussione in 'Storia dell'automobile' iniziata da Scania95, 20 Novembre 2017.

  1. Scania95

    Scania95 Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Registrato:
    29 Febbraio 2016
    Messaggi:
    798
    "Mi Piace" ricevuti:
    470
    Auto:
    Punto 1.2 8v '03 Active 188A4000
    Volevo scrivere un piccolo appunto su questa famiglia di motori, dato che era venuta fuori in un topic non adatto a trattate questo argomento.

    Il motore brasiliano 1049cc, da non confondere assolutamente con il 1050cc dell'A112 Abarth 70HP che monta un motore Fiat Serie 100 "aste e bilancieri", venne montato come motore inedito nella Fiat 127 (147 in Brasile) affianco al 903cc "aste e bilancieri", si tratta di un motore progettato e messo a punto a Torino da A. Lampredi, veniva costruito in gran parte in Brasile tranne per il montaggio dell'alternatore, motorino d'avviamento, carburatore e filtro dell'aria.

    L'archittetura è simile al 1116cc del Fiat 128, tranne per la disposizione dei servizi che è diversa. Spinterogeno, pompa benzina (meccanica), motorino d'avviamento e alternatore sono posizionati dietro, mentre carburatore e collettore davanti. Le camere di scoppio hanno una forma "a vasca" e i supporti di banco sono 5.

    ai66.tinypic.com_2q0plc3.jpg

    Specifiche del 1049cc montato sulla Fiat 127 "Sport" 70HP

    Motore: 4 cilindri in linea, trasversale, monoblocco in ghisa, testata in alluminio.
    Distribuzione: a 2 valvole per cilindro, albero a camme in testa con camme operanti direttamente sui piattelli valvola. L'albero a camme era comandato da una cinghia dentata.
    Cilindrata: 1049 cc
    Alesaggio x corsa: 76 x 57,8
    Alimentazione: a carburatore Weber DMTR 47/350 "doppio corpo invertito".
    Accensione: a spinterogeno.
    Raffreddamento: a liquido, con circolazione forzata mediante pompa acqua, presente il termostato ed elettroventola ad innesto automatico.

    Trasmissione: 4 Marce avanti sincronizzate + retromarcia.
    Frizione: monodisco a secco, comando meccanico (cavo).


    Le versioni della 127 che lo montavano si riconoscono dalla scritta sulla modanatura laterale "1050" (versioni normali con 50cv) e nella versione "Sport" che riporta nella calandra la scritta "70 Hp", mentre la versione maggiorata del 1049cc, ovvero la 1301cc, riporta la scritta laterale "75 hp". In versione 1301cc viene adottato un cambio 5 rapporti + RM.

    ai68.tinypic.com_2zqa5vb.jpg ai67.tinypic.com_23l0cgk.jpg
    ai65.tinypic.com_2le5itt.jpg

    Più avanti, il motore "brasiliano" appare nella Fiat Uno CS costruita in Brasile. Apparentemente uguale a quella italiana ma diversa, di carrozzeria cambiava solo la posizione del tappo carburante e il cofano, lato telaio era praticamente un 128. Il motore era il 1116cc (In Italia), praticamente il 1050cc della 127 maggiorato.

    ai66.tinypic.com_2u6d9nt.jpg

    Il 1049cc "brasiliano" venne montato anche sulla Y10 Turbo, riconoscibile dalla scritta sui fascioni laterali, taghetta dedicata sulla calandra, paraurti e cerchioni specifici. Venne montanto anche in un versioni speciali della Y10: la turbo Martini e la AC. Le specifiche del motore erano le seguenti:

    Motore: 4 cilindri in linea, trasversale, monoblocco in ghisa, testata in alluminio.
    Distribuzione: a 2 valvole per cilindro, albero a camme in testa con camme operanti direttamente sui piattelli valvola. L'albero a camme era comandato da una cinghia dentata.
    Cilindrata: 1049 cc
    Alesaggio x corsa: 76 x 57,8
    Alimentazione: a carburatore Weber 30-32 DMTR 103/251 "doppio corpo soffiato".
    Sovralimentazione: turbocompressore IHI RHB 52 (0,6 bar) + Intercooler aria-aria (con valvola per l'esclusione se l'aria in entrata è già sufficientemente fredda).
    Accensione: elettronica Marelli Digiplex.
    Raffreddamento: a liquido, con circolazione forzata mediante pompa acqua, presente il termostato ed elettroventola ad innesto automatico.
    Raffreddamento olio: radiatore dedicato.

    Trasmissione: 5 Marce avanti sincronizzate + retromarcia
    Frizione: monodisco a secco, comando meccanico (cavo)

    ai65.tinypic.com_34ifhh3.jpg
    ai65.tinypic.com_2cx985z.jpg
    ai66.tinypic.com_1zcl276.jpg


    Il 1049cc venne montato anche sulla Y10 touring in versione più tranquilla da 55cv, con carburatore Weber 32 e accensione elettronica breakerless.

    Il 1049cc viene ulteriormente maggiorato a 1301cc e 1297cc e viene montato sulla Y10 GT i.e.\GT i.e. catalizzata. Si riconoscono dalla mascherina anteriore con logo dedicato e fascioni laterali specifici. In queste versioni eroga 75/71cv.

    Specifiche del motore 1301cc montato su Y10 2a serie GT i.e. non catalizzata:

    Motore: 4 cilindri in linea, trasversale, monoblocco in ghisa, testata in alluminio.
    Distribuzione: a 2 valvole per cilindro, albero a camme in testa con camme operanti direttamente sui piattelli valvola. L'albero a camme era comandato da una cinghia dentata.
    Cilindrata: 1301 cc
    Alesaggio x corsa: 76,1 x 71,5
    Alimentazione: a iniezione elettronica multipoint Bosch L-Jetronic 3.1
    Accensione: elettronica Marelli Digiplex 2.
    Raffreddamento: a liquido, con circolazione forzata mediante pompa acqua, presente il termostato ed elettroventola ad innesto automatico.

    Trasmissione: 5 Marce avanti sincronizzate + retromarcia
    Frizione: monodisco a secco, comando meccanico (cavo)

    ai67.tinypic.com_335bd36.jpg
    ai65.tinypic.com_dfaqlc.jpg

    La Y10 vede montato il 1297cc brasiliano per l'ultima volta sulla terza serie "Elite". Il motore ora monta un'iniezione Bosch L-Jetronic 3.2 aggiornata con interruzione del flusso del carburante col gas in rilascio (cut-off) e la medesima accensione elettronica Digiplex 2. Questo versione sviluppa 71cv e rispetta la normativa Euro 1.

    Leggende narrano che il motore "brasiliano" non sia più stato costruito in favore del nuovo motore "Fire" introdotto nel 1985 nella Y10 Fire, per via del suo minor peso e minor componentistica.


    Inoltre dal Fiat "Brasile" deriva anche il 1301cc diesel aspirato montato su varie auto tra cui la Uno D e la Panda D. Attenzione, dal 1301 deriva il 1367cc diesel turbocompresso della Uno Turbo D, ma non lo metto in lista in quanto non è prodotto in Brasile. Aggiungo che parecchie versioni del brasiliano andavano anche ad alcol oltre che a benzina ed esisteva una versione 1497cc e una 994cc mai importate in Italia.


    Aggiungo che le informazioni sulla motorizzazione brasiliana utilizzata dal 1978 al 1994 sono state prese un po' ovunque (citate le fonti), confrontate fra di loro e assemblate. Ma restano ovviamente pezzi mancanti, uno tra questi è il dubbio sulla pompa olio, ingranaggi o lobi? Altre informazioni o correzioni sono ben accette! :D


    Fonti:

    Made in Fiat Forum
    Wikipedia
    Y10 Club
    automobilismo.it
    Quattroruote
    Maranello House
    Google Immagini
     
    A SchwarzWagen, terzimiky, matteo 89 e 3 altri utenti piace questo elemento.
  2. ElCaimanDelPiave

    ElCaimanDelPiave Super Moderatore Membro dello Staff Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Registrato:
    20 Luglio 2014
    Messaggi:
    20.862
    "Mi Piace" ricevuti:
    9.608
    Home page:
    Auto:
    Punto mk2 1.2 16v Hlx '01 / Grande Punto 1.4 16V Sport '08
    Ero convinto che il 1301 della 127 sport terza serie, fosse quello della ritmo 75.

    P.s. ho aggiunto una postilla per precisare di cosa stiamo parlando.
    Perché di motori fiat "brasiliani" ce ne sono di ben più recenti e più esposti alle luci della ribalta: e-torq e firefly... ;)
     
  3. Scania95

    Scania95 Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Registrato:
    29 Febbraio 2016
    Messaggi:
    798
    "Mi Piace" ricevuti:
    470
    Auto:
    Punto 1.2 8v '03 Active 188A4000
    Probabilmente è un derivato, bisogna fare attenzione che tra quelli prodotti in Brasile e quelli prodotti in Italia ci sono dei "doppioni" in fatto di cilindrata che possono confondere. La Ritmo 60L (1049cc) è l'unica che monta il brasiliano!
     
  4. Pike

    Pike Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Registrato:
    16 Ottobre 2015
    Messaggi:
    8.263
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.404
    Auto:
    Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
    Firefly come nome ufficiale ha "GSE", che sta per "Global Small Engine"
     
  5. Scania95

    Scania95 Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Registrato:
    29 Febbraio 2016
    Messaggi:
    798
    "Mi Piace" ricevuti:
    470
    Auto:
    Punto 1.2 8v '03 Active 188A4000
    Ottimo grazie :)
     
  6. matteo 89

    matteo 89 Utente Avanzato

    Registrato:
    12 Maggio 2015
    Messaggi:
    1.561
    "Mi Piace" ricevuti:
    261
    Auto:
    Audi a3 8P 1.6 benz. 75kw (bgu) 3p manuale 5 rapporti '03
    Il 128 1.3 che motore aveva?
     
  7. ElCaimanDelPiave

    ElCaimanDelPiave Super Moderatore Membro dello Staff Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Registrato:
    20 Luglio 2014
    Messaggi:
    20.862
    "Mi Piace" ricevuti:
    9.608
    Home page:
    Auto:
    Punto mk2 1.2 16v Hlx '01 / Grande Punto 1.4 16V Sport '08
    Che io sappia, era il 1116 italiano portato a 1290 (se non ricordo male la cilindrata). Poi sulla ritmo/delta/regata/uno/prisma divenne 1301
     
  8. Scania95

    Scania95 Utente Avanzato Autore di Tutorial

    Registrato:
    29 Febbraio 2016
    Messaggi:
    798
    "Mi Piace" ricevuti:
    470
    Auto:
    Punto 1.2 8v '03 Active 188A4000
    Esatto!
     

Condividi questa Pagina