• I contenuti presenti in questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali, condivise tra automobilisti, e devono quindi essere prese come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite altri canali, e di rivolgerti ad un professionista in caso di qualunque necessità!

  • La registrazione al forum è chiusa.

Fiat seicento - Refrigerante evapora

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Auto
Fiat Seicento 1.1 MPI 54cv - 2003
Ciao a tutti.
Ho una Seicento 1.1 MPI del 2003. Quando la vettura scalda, il refrigerante inizia a evaporare ben prima che la ventola entri in funzione (si vede il residuo lasciato sulla vaschetta nella foto che allego); ultimamente del vapore è passato persino dalle giunzioni di un paio di tubi che si connettono al vaso di espansione; tempo due settimane, il livello è a metà vaschetta.
Il circuito è spurgato, ho controllato di nuovo e non si vedono bolle nella vaschetta, la guarnizione della testa è stata rifatta un paio di anni fa (il problema c'è da ben più di un anno); il tappo del vaso di espansione è nuovo, il termostato è nuovo.
Ho fatto l'autodiagnosi con Multiecuscan: la ventola attacca a 97°C; sempre con multiecuscan ho fatto le prove di funzionamento della spia e della ventola con esito regolare.
Non riesco sinceramente a capire il senso di questa situazione.
Ho pensato che la sonda di temperatura dia un valore errato più basso del reale, quindi la ventola attacchi a più dei 97°C indicati. Un altro dubbio me lo dà il manuale d'officina (la bibbia della seicento in polacco), che indica come temperatura di attacco della ventola 94°C (ma è l'unico riferimento, molte persone mi hanno confermato che 97°C è corretto).

Ho verificato quindi la sonda di temperatura; premetto che sulla mia Seicento il sensore è quello sotto le due bobine, vicino al termostato; esso manda il segnale alla centralina che fa avviare la ventola (non c'è sensore separato montato sul radiatore, vedi foto); Ho letto a 19°C una resistenza di 2640 ohm, contro un valore da manuale di 2400-2600 intorno ai 20°C.
La sonda purtroppo non si può smontare.

as6.postimg.org_q95yrwr1p_2012_11_18_12.33.02.jpg as6.postimg.org_oimxqf9il_2015_05_16_18.09.25.jpg as6.postimg.org_3zs1lcvl9_DSC01817.jpg
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
Visto che esce il vapore i casi sono 2.
O il sensore è starato e il fluido vaporizza (da cambiare il sensore)
Oppure hai acqua e non refrigerante nel circuito... ma dal titolo non sembrerebbe.

Sembra anche che il radiatore abbia il sensore, ma che tu abbia inquadrato... qualcos'altro, vicino alle bobine. Il diagramma EPER per la 1100 MPI parla di uno switch codificato 7588920.
Posizionato così.
akeyeper_com__emaps_781d97b65b90a573715e1651b34d52d0._.jpg

 

kekkoku

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Fiat Punto mk2 1.2 8V; Fiat Panda Lounge; 1.2 8v 69 CV 01/2017
la ventola attacca a 97°C
Parli di "evaporazione" e la ventola attacca a 97° C e, immagino, che quando attacca la ventola la temperatura scende.
Posto che l' acqua bolle a 100° C, e la miscela acqua + antigelo a qualche grado in piu'... io dico che è ancora il liquido (acqua o liquido radiatore che sia) che tocca ancora l' olio bollente in qualche punto del circuito e se ne va in vapore, IMHO.
P.S. In alternativa: c' è qualche perdita che non hai ancora bene individuato, e l' acqua tocca il motore in qualche punto "bollente" (magari il collettore di scarico?) e se ne va in vapore.
 
Auto
Fiat Seicento 1.1 MPI 54cv - 2003
Visto che esce il vapore i casi sono 2.
O il sensore è starato e il fluido vaporizza (da cambiare il sensore)
Oppure hai acqua e non refrigerante nel circuito... ma dal titolo non sembrerebbe.

Sembra anche che il radiatore abbia il sensore, ma che tu abbia inquadrato... qualcos'altro, vicino alle bobine. Il diagramma EPER per la 1100 MPI parla di uno switch codificato 7588920.
Per il refrigerante, uso acqua distillata e un antigelo rosso. Anche usando acqua, non dovrebbero normalmente esserci problemi.
Il sensore è quello giusto; infatti se lo scollego, non viene più letta la temperature e il circuito va in protezione e si accende la ventola in continuazione.
Sull'eper ho guardato tutti gli schemi, e riportano tutti lo stesso switch; nessuno schema (anche guardando le altre sezioni) riporta il sensore che ho indicato, quindi c'è qualche errore. Ho pure notato che nessuno schema riporta il sensore sul radiatore per le altre motorizzazioni.

immagino, che quando attacca la ventola la temperatura scende.
Sì, scende.

Posto che l' acqua bolle a 100° C, e la miscela acqua + antigelo a qualche grado in piu'...
Anche con sola acqua deve bollire ben più in alto dei 100°C, perchè il circuito è in pressione.

io dico che è ancora il liquido (acqua o liquido radiatore che sia) che tocca ancora l' olio bollente in qualche punto del circuito e se ne va in vapore, IMHO.
P.S. In alternativa: c' è qualche perdita che non hai ancora bene individuato, e l' acqua tocca il motore in qualche punto "bollente" (magari il collettore di scarico?) e se ne va in vapore.
Il vapore esce dal tappo, fa una coroncina rosa di deposito proprio intorno al tappo e con giornata umida l'ho chiaramente visto.
Non ci sono perdite, ho controllato bene e comunque il problema c'è da oltre un anno.
Non tocca olio perchè è pulito: se vi fosse contaminazione, si dovrebbero notare tracce di emulsione o sul tappo dell'olio o quello del refrigerante.

Come posso verificare la temperatura effettiva cui attacca la ventola? Ci sono altre cose che posso controllare?
Nessuno di voi ha il sensore di temperatura posto allo stesso modo?
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto Basso