• I contenuti presenti in questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali, condivise tra automobilisti, e devono quindi essere prese come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite altri canali, e di rivolgerti ad un professionista in caso di qualunque necessità!

  • La registrazione al forum è chiusa.

Dahiatsu Sirion II - Esperienza di manutenzione

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
Riprendo il racconto di questo topic...

Per diversi motivi, un amico di mio padre è proprietario di due scatolette con questo nome, e venerdì pomeriggio, dopo aver alla mattina cambiato i bracci della Panda, sono stati oggetto di cure dopo anni di scarsa manutenzione. Ho cercato di dare una mano io in quanto il suddetto papà oltre che essere un Anta inizia ad andare verso il 7...
Inoltre, vista la "fretta" di operare, la scarsa conoscenza dei mezzi e l'obiettivo di andare diretti al sodo, niente foto. Spero che questo piccolo racconto vi possa... intrattere per qualche minuto.


Metto le mani su una Sirion II, per la precisione, 67.000km sempre del 2008, motore 1.0 3 cilindri Made in Toyota.
Occhio e croce un motore "papà" della Franco-Nippo-Ceka triade made in PSA/Toyota (107/C1/Aygo) realizzato in modo piuttosto convenzionale ed in associazione alla versione 1.2/1.3 circa da 4 cilindri.
1KRE dovrebbe essere il codice motore, qualche info in più su Wikipedia.
Lasciatemelo dire... una piccola fiera dell'orrore. Non il motore nè la realizzazione...
E' pensato per essere semplice, box filtro aria molto integrato con la forma del motore (sottile, con passaggi vicino alla testa molto calibrati verso il corpo farfallato, orientato verso l'abitacolo).
Tolto il box filtro, le candele sono "occluse" da 3 bobine singole connesse a bassa tensione all'auto, fermate con un bulloncino del 5. Dopo un bubusettete 3 candele NGK Iridio nuove hanno fatto capolino sulla testa del motore, smontando le vecchie e rimontandole con una bella chiave per candele con anello in gomma ben fatto e particolarmente stretta e lunga.
Il bullone scarico olio questa volta è verticale, orientato verso il retro dell'auto, sempre chiave del 14. Ci vuole una chiave mista (chiusa/aperta) per operare bene, e per convincerlo si è dovuto fare uso dell'ingegnere della meccanica...
awww.picclickimg.com_d_l400_pict_252933595170__Draper_63350_Mazza_con_manico_in_fibra.jpg
(diapositiva esemplificativa)
Dopo due amichevoli chiacchiere per vincere la resistenza iniziale, il bullone è nuovamente facile da smontare con due dita, più lungo del precedente; tolto, inizia a colare l'olio.
Ora... Io non ho l'esperienza di terzimiky; egli ha visto olii (e coppe e schifezze ) che noi umani non potremmo immaginarci. Ma credetemi che l'olio che ho visto scendere dalla coppa non era per niente bello.
Quasi viscoso, ma non il viscoso da "sono olio, sono sporco ma vivo e mi appiccico bene ugualmente", il viscoso da chi dice "porca miseria era ora che mi faceste uscire". Molto nero, per il mio naso puzzolente, sin troppo spesso. Il tappo coppa ha una parte terminale cilindrica priva di filetto, ed era incrostata di sporco carbonizzato (per quanto un velo leggero rimosso meccanicamente con carta per le mani).
(Poi magari sono io che è da un po' che non vedo scendere del 10W40 stanco, eh? Tra la vecchia Lacetti, Panda, Zafira mi barcameno solo con 5W40 e 0W30...)
Incuriosito vado ad aprire il tappo di carico (anche per favorire la fuoriuscita) e chiazze di melma oleosa non proprio di aspetto uniforme fanno capolino dalla meccanica visibile.
Son passati 15 minuti da che ci ho messo le mani, non sono pronto nè attrezzato per farlo, ma nella mia testa si sente un ululato continuo... "Fluuuuuuushhhhhh!!!" stile cime tempestose.
Ma non siamo lì per quello...
Attacchiamo il filtro olio, che è a cartuccia e non a scatola metallica.
Fa capolino di fianco alla coppa dell'olio (lato destro dell'auto), leggermente inclinato in avanti.
Vi presento il tappo della cartuccia.
awww.proxyparts.com_upload_parts_100029_8198119_large_4.jpg

Condivisa, come forma, da altri modelli Toyota, la chiave a nastro non ha presa e poco spazio, la giratubi non è grande abbastanza.
Con un piccolo pezzo metallico quadrato ed una chiave del 10 cerco di svitare partendo dall'interno...
Si allenta solo la parte a disco centrale, per certi verso una fortuna, ma il filtro... è ancora lì.
Cerchiamo una giratubi un po' più grande, proviamo l'atteggiamento "ingegnere della meccanica" ed il tappo s'allenta, però...
E' duro da svitare... dopo il primo allentamento del serraggio è possibile svitare il tutto a mano, ma è contrastata e non poco la torsione per svitare.
E mi ripeto... se avete un motore simile prendete una apposita chiave per smontare il filtro, in questo caso siete facilitati perchè non può cambiare. Io ne ho visti in rete due forme...
awww.picclickimg.com_d_w1600_pict_302466409206__BLUEPRINT_ADT3dfe3d3bd8aff06ebfff492e9b9addda2.jpg

Così
ai.ytimg.com_vi_u0xW_zDGez4_maxresdefault.jpg

E così
Dotatevene, vi farà risparmiare tempo, fatica, fastidi ed eviterà di rovinare la parte metallica dove incastrerete il filtro.
Dopo tante energie, il coperchio filtro si smonta, viene fuori altro oliaccio schifoso oltre quello presente sotto al disco centrale.
Il filtro sembra esclamare "era ora", il filetto è incrostato di sporco e nel fondo del coperchio filtro è nettamente visibile più di una incrostazione di olio stramorto. La pulizia del coperchio filtro ha visto il tandem di cacciavite a taglio e pulitore freni per scrostare tutto; dopo aver atteso l'evaporazione del pulitore freni, riassembliamo le cose
Il kit è composto di elemento filtrante e 2 oring, più un pezzetto plastico aggiuntivo, che non ho installato nell'auto.
ai.ebayimg.com_images_g_UwwAAOSwol5Y1Ea9_s_l300.jpg

Oliamo gli o-ring con olio nuovo, li installiamo (il più piccolo sotto la parte a disco, il più grande attorno al coperchio filtro) per poi rimontare sezione a disco e filtro sul tappo, e tappo filtro sull'auto stessa, previa oliatura della filettatura. Il tappo si avvita quasi fare fatica, un sogno, rispetto allo smontaggio.
Tornato a casa ho fatto indagini... il pezzo bianco non era installato nell'auto, quindi non è stato messo. In un primo momento ho pensato si trattasse di un kit adatto a più auto... ma il connettore mi ha fatto pensare. E sono arrivato a questo video.
Parla di una Toyota Sienna, ma il metodo del filtro è lo stesso della Sirion, e mi domando se avessi fatto scolare l'olio tramite il connettore plastico se in termini fatica allo smontaggio sarebbe andata meglio.
Anche il tappo della coppa torna in posizione, liberiamo il sotto dell'auto e carichiamo 3,4 lt di olio sui 3,6 indicati a manuale.
Il carico non è agevole...
Una volta presente l'imbuto, versare l'olio non è un problema (sempre 5W30 Total, in accordo con il LUM che non cita nemmeno qui specifiche ACEA), ma l'astina piatta del motore è sporca di olio cotto, bisogna insistere con pulitore freni e carta per rimuovere i residui. Inoltre l'olio nuovo è poco visibile, quindi facciamo più riempimenti "scarsi" per essere certi di non esagerare con il quantitativo. Fare un rabbocco in futuro sarà decisamente più agevole che riscaricare l'olio in eccesso...

Anche questa seconda volta il motore parte, si fa i suoi bravi secondi di spia olio attiva (circa 8, secondo il boss) ma con il suo andamento claudicante tipico dei 3 cilindri esce con un filo di gas dalla zona lavori. Sabato mio padre si divertirà con gli ammortizzatori posteriori.

Il mio sbaglio più grande per operare su queste due giapponesine? Non essermi preparato. Operare alla poi ci guardiamo. Male.

Se dovete mettere la prima volta le mani sulla vostra auto, studiatela, cercate informazioni, leggete il manuale, scoprite come è fatta e dotatevi degli strumenti adatti ad essa ed ai vostri desideri.
Prima di metterle "le mani nelle zone nascoste" cercate di avere un'idea precisa di cosa farete, di cosa userete e di come riuscirete a farlo.
E' ovvio, vi adeguerete al contesto, non siete robot incapaci di eseguire qualcosa oltre alla programmazione.
Inventiva, attenzione, strumenti, pazienza possono aiutarvi con gli imprevisti.
Ma aver avuto sia la procedura corretta di smontaggio filtro nella Sirion che le chiavi a tazza adatte per entrambi i filtri avrebbe reso il tutto molto, molto più affrontabile e veloce.

La Sirion, o meglio, lo stato del circuito olio del motore della Sirion mi preoccupa. In 10 anni e quasi 70.000km è ragionevole pensare che due cambi olio li abbia fatti, ma il "cadaverame" colato fuori dalla coppa, dal filtro e sotto al tappo di carico non mi è piaciuto per niente.
Se fosse un'auto che posso gestire io avrei già in lista spesa 4lt di olio nuovo, un filtro aggiuntivo e forse pure un additivo per flush. E poi girare... Almeno 400km in un giorno per far spandere in giro per il motore l'olio nuovo, in modo tale da raccogliere ogni traccia del cadavere, farla scolare dal filtro olio (che con il suo sistema di svuotamento può essere una cosina interessante da affrontare) e poi ridare a olio e filtro nuovo un ambiente meno... difficoltoso dove operare.

:sleep::sleep::sleep:Cosa cavolo è questo rumore?
La smettete di russare, santa polenta? :(
 

buonsm

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Punto 188FL 1.2 8v 60cv 3p Actual (2005) - Peugeot 107 1.0 12v 3p Plaisir (2007)
Non vorrei dire una fesseria ma mi pare che il motore sia proprio l' 1KRFE delle franco-nippone.
E se così fosse questo tuo post è oro per me.
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
Nelle franco-ceko-nipponiche da quanto ho visto il filtro è stato scelto di tipo tradizionale e metallico, non come quello illustrato da me. Credo probabilmente perchè PSA non volesse accollarsi l'onere formativo e di ricambistica diversi per contenere i costi a livello di gamma.
E' vero che molte Citroen e Peugeot hanno il filtro olio in capsula come qui, però basta una normale chiave a cricchetto per aprirlo, senza avere l'extra attività di svuotarlo o le due chiavi speciali (magari quello quadrato è un attacco da 3/8") per smontarlo.

Toyota ha già una ampia gamma e rete assistenza con attrezzi adattabili. PSA così si è risparmiata un sacco di soldi anche perchè ha dato solo una normale chiave a tazza per aprirlo.
Per quanto ad un primo colpo d'occhio scomoda, la posizione filtro è... spettacolare. Il motore non s'imbratta, è già orientato dove si scarica olio ed è relativamente facile operare, una volta sotto all'auto. Con un relativamente basso rischio di ustionarsi.
 
S

superfede

Ospite
Il 1kr-fe delle tre sorelline è costruito in Cecoslovacchia, e parte della componentistica viene gestita attraverso i canali di PSA, trovandoci in Europa.
 

buonsm

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Punto 188FL 1.2 8v 60cv 3p Actual (2005) - Peugeot 107 1.0 12v 3p Plaisir (2007)
Sì è lui, 1KR-FE.
Bel motorino per un'utilitaria.
In 11 anni e quasi 170.000 km non mi ha mai dato problemi, ho solo fatto manutenzione ordinaria ogni 10-12 mila km.

Nelle franco-ceko-nipponiche da quanto ho visto il filtro è stato scelto di tipo tradizionale e metallico, non come quello illustrato da me. Credo probabilmente perchè PSA non volesse accollarsi l'onere formativo e di ricambistica diversi per contenere i costi a livello di gamma.
E' vero che molte Citroen e Peugeot hanno il filtro olio in capsula come qui, però basta una normale chiave a cricchetto per aprirlo, senza avere l'extra attività di svuotarlo o le due chiavi speciali (magari quello quadrato è un attacco da 3/8") per smontarlo.

Toyota ha già una ampia gamma e rete assistenza con attrezzi adattabili. PSA così si è risparmiata un sacco di soldi anche perchè ha dato solo una normale chiave a tazza per aprirlo.
Per quanto ad un primo colpo d'occhio scomoda, la posizione filtro è... spettacolare. Il motore non s'imbratta, è già orientato dove si scarica olio ed è relativamente facile operare, una volta sotto all'auto. Con un relativamente basso rischio di ustionarsi.
Anche queste informazioni sono oro per uno che ha deciso di fare da se -per la prima volta- il prossimo tagliando.
 
Alto Basso