• I contenuti presenti in questo Forum sono perlopiù frutto di opinioni ed esperienze personali, condivise tra automobilisti, e devono quindi essere prese come tali.

    Sei sempre e comunque invitato ad informarti ulteriormente, tramite altri canali, e di rivolgerti ad un professionista in caso di qualunque necessità!

  • La registrazione al forum è chiusa.

Animali investiti, come comportarsi?

Auto
WV Polo TDI 14OOCC 55KW anno 2003 mod 9N
ciao,ho psto la domanda in questo subforum e spero vadi bene,qualche tempo fa gli è fuggito il cane,taglia piuttosto massiccia,il quale ha battuto contro il paraurti di una punto causando un ammaccatura,il cane una lussazione senza fratture alle zampe davanti,ora l'automobilista è ripartito di corsa ,il proprietario del cane è stato avvisato da un vicino che ha visto la scena e soccorso il cane,ma non ha visto il numro di targa del veicolo,il cane è assicurato per danni a terzi,la legge di preciso cosa dice,ne ho parlato con vari assicuratori,chi dice che i cani vanno chiusi in aree sicure chi dice che il torto è dell'automobilista che avendo omesso il soccorso passa dalla parte del torto,gradirei sapere come ci si deve comportare,grazie
 

The Homemade Man

Moderatore
Membro dello Staff
Youtuber
Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Grande Punto 1.4 16V Sport '08 / Tipo 1.4 16V Lounge '18
Vado a rompere le scatole ai nostri esperti: @Dada @Alessandro1972
Questione interessante.
Fino ad ora ho sempre sentito che il proprietario dell'animale deve rispondere dei danni, anche se questo morisse, ovviamente.
Ma se il tizio in auto se l'è svignata, che pensi a curare il cane. ;)
Ma questa e' la mia risposta molto pratica. In ogni caso non credo che l'automobilista debba pagare le spese veterinarie, perche' alla fine e' l'unico danno di cui dovrebbe rispondere, nemmeno in caso di omissione di soccorso, non trattandosi di persona fisica.

Ma sentiamo il parere "legale". ;)
 

Pike

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Panda 169 1.2 Nat. Power 2008
In ogni caso non credo che l'automobilista debba pagare le spese veterinarie, perche' alla fine e' l'unico danno di cui dovrebbe rispondere, nemmeno in caso di omissione di soccorso, non trattandosi di persona fisica.
Eh... mica vero. Il cane si configura in parte come "proprietà"...
 

Il Bonna

Youtuber
Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Alfa Romeo 156 1.8 TS del 98, Fiat Panda 169 1.2 dinamyc del 2006
Con le nuove leggi penso che l' immissione di soccorso valga anche per gli animali... E che comunque l' assicurazione del cane avrebbe dovuto pagare nel caso l' automobilista si fosse fermato a soccorrere il cane perché il cane deve stare chiuso ma essendo un essere pensante può scappare e l' assicurazione serve proprio a quello...

--- Messaggio doppio unito ---

Ma essendo scappato ha infranto la legge... Quindi è meglio che non venga a reclamare...
 
Auto
WV Polo TDI 14OOCC 55KW anno 2003 mod 9N
io sono del parere che il proprietario del cane debba pagare i danni causati,ma pare che il suo avvocato pretenda una sorta di ''danni morali ''per il cane Comunque l'automobilista non si è piu fatto sentire mah una nuova commedia all'italiana ....vi farò conoscere eventuali novità,ciao.a presto
 

Il Bonna

Youtuber
Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Auto
Alfa Romeo 156 1.8 TS del 98, Fiat Panda 169 1.2 dinamyc del 2006
Diciamo che ora come ora investire un cane o un bambino (per la legge Italiana) non ha differenza... Poi se ci pensi bene chi investe un cane potrebbe benissimo investire un bambino...
 

gioe

Utente Avanzato
Autore di Tutorial
Specializzato
Auto
Grande Punto 1.2 Dynamic 2006 - Panda Twinair turbo 4x4 2014
La responsabilità del proprietario dell'animale o da chi ne ha la custodia è pacifica. Civilmente l'art. 2.052 dispone "Il proprietario di un animale o chi se ne serve per il tempo in cui lo ha in uso, è responsabile dei danni cagionati dall'animale, sia che fosse sotto la sua custodia, sia che fosse smarrito o fuggito, salvo che provi il caso fortuito". Il caso fortuito è difficilmente provabile, potrei portare come esempio ipotetico il comportamento di un automobilista che volontariamente investa l'animale (non posso prevedere che un deficiente punti volontariamente l'auto contro il mio cane, ma posso prevedere che un bambino gli tiri la coda e questo lo morsichi e quindi io lo devo risarcire).
Si può arrivare anche alla responsabilità penale come, ad esempio, nel caso delle lesioni colpose e dell'omicidio colposo.
Fin qui c'è una montagna di giurisprudenza.

Più teorico il discorso della tutela e del risarcimento per l'animale.
L'art 189, comma 9-bis (introdotto nel 2012) dispone "l'utente della strada, in caso di incidente comunque ricollegabile al suo comportamento, da cui derivi danno a uno o più animali d'affezione, da reddito o protetti, ha l'obbligo di fermarsi e di porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso agli animali che abbiano subito il danno. Chiunque non ottempera agli obblighi di cui al periodo precedente e' punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 410 a euro 1.643. Le persone coinvolte in un incidente con danno a uno o più animali d'affezione, da reddito o protetti devono porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso".
Quindi c'è sì un obbligo di soccorso da parte di chi cagiona un danno ad un animale (se d'affezione, da reddito o protetto), ma il risarcimento lo vedo solamente per la parte derivante dall'omissione. Se qualcuno investe il mio cagnolino e questo si rompe una zampina non ho diritto a chiedere tutte le spese veterinarie, ma imho solamente le spese derivanti dall'eventuale omissione: se il mancato soccorso ha prodotto un aggravamento con necessità di una trasfusione, mi pagherà solamente le spese legate alla trasfusione. Chiaramente, nell'ipotesi scolastica che l'abbia fatto apposta, mi dovrebbe risarcire tutti i danni, ma non penso che gli chiederei dei soldi, ma ben altro :flame:
 
Auto
WV Polo TDI 14OOCC 55KW anno 2003 mod 9N
una selva di leggi,commi,ecc.. purtroppo continuiamo a vedere specie quando esco al mattino presto per andare al lavoro cani e gatti schiacciati dai vari camion,auto
 

Dada

Utente Avanzato
Auto
Giulietta Qv, 1750 TBI, 2010, Alfa 156 1.6 T.S. '98 GPL,Renault R19 1.4e '93 GPL
Vedo solo ora che @ElCaimanDelPiave mi ha taggato.
Innanzitutto bisogna dire che l'eventuale obbligo di risarcire il proprietario dell'animale da una parte, e l'omissione di soccorso dall'altra, sono due cose distinte;
1) Omissione di soccorso: chiunque sia coivolto, anche senza sua colpa, in un sinistro con danno ad un animane domestico, da reddito o protetto, ha l'obbligo di fermarsi e chiamare i soccorsi. In caso contrario è prevista una sanzione amministrativa (volgarmente detta "multa") da 413 a 1656 euro.
2)Danni: il discorso qui invece dipende tutto dalla responsabilità dell'incidente; se la responsabilità è attribuibile all'automobilista (es. perde il controllo dell'auto per eccessiva velocità, finisce su un marciapiede e investe un cane), egli è tenuto a risarcire il danno al proprietario dell'animale; e deve risarcire anche se si è fermato a soccorrere, perchè ha comunque causato un danno "ingiusto" (cioè contro il diritto, in questo caso ledendo il diritto di proprietà del padrone). A maggior ragione se non si ferma a prestare soccorso e da ciò deriva un aggravamento del danno, risponderà anche di questo.
Se invece la responsabilità dell'incidente è del proprietario dell'animale, che non ha vigilato adeguatamente, mentre l'automobilista nulla ha potuto per evitare l'investimento, sarà quest'ultimo a poter esigere il risarcimento dei danni eventualmente subiti dal veicolo e/o dai suoi occupanti. In mezzo a questi due estremi ci sono miriadi di situazioni intermedie dove la colpa non è interamente a carico di una parte sola.
 
Alto Basso